Chiesa
stampa

La Chiesa e le famiglie ferite. Al via le iscrizioni per il secondo corso triveneto

Destinatari gli operatori di pastorale familiare (laici, presbiteri, religiosi). L'iniziativa è proposta da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia in collaborazione con il Tribunale ecclesiastico regionale triveneto e l’Osservatorio giuridico legislativo della Regione ecclesiastica triveneta.

Parole chiave: famiglie ferite (5), famiglie (82), pastorale familiare (6), amoris laetitia (13), mons (45), giuliano brugnotto (1), fttr (3)
La Chiesa e le famiglie ferite. Al via le iscrizioni per il secondo corso triveneto

Seconda edizione per il percorso di formazione per gli operatori di pastorale familiare (laici, presbiteri, religiosi) chiamati ad accompagnare coppie e famiglie cristiane “ferite”, proposto da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia in collaborazione con il Tribunale ecclesiastico regionale triveneto e l’Osservatorio giuridico legislativo della Regione ecclesiastica triveneta.

Il corso, dal titolo Il servizio della chiesa verso le “famiglie ferite”, si svolgerà a Zelarino, al centro pastorale “Cardinale Urbani” il 13 e 27 ottobre, 10 e 24 novembre 2018, con due riprese di approfondimento (aperte anche ai corsisti dell’anno 2017/18) il 9 marzo e 6 aprile 2019. Nelle relazioni di esperti e nei laboratori, che si alterneranno in ogni lezione, saranno affrontati diversi aspetti, alla luce delle riflessioni che papa Francesco ha proposto in Amoris laetitia: figure di famiglia nella Bibbia, sacramentalità del matrimonio, discernimento, nullità e scioglimento del matrimonio, separazione dei coniugi tra diritto canonico e civile, proposte di cammini pastorali e spirituali, l’attenzione ai figli...

L’obiettivo è formare competenze teologico-pastorali e giuridico-canoniche per coloro che – negli uffici diocesani di pastorale familiare, nelle associazioni o centri di ispirazione cristiana oppure come singoli o coppia – offrono un servizio di accoglienza e di accompagnamento verso persone che hanno vissuto la separazione e/o il divorzio o che vivono una nuova unione dopo il divorzio, aiutandoli a discernere la propria condizione, promuovendo l’integrazione nella comunità cristiana e un cammino di fede nella concreta situazione di vita.

«La partecipazione numerosa, attenta e costante dei corsisti alla prima edizione ci ha mostrato l’efficacia di questo strumento, che si è rivelato capace di rispondere a un bisogno di formazione presente nelle nostre chiese e nella vita di tante persone» affermano i coordinatori mons. Giuliano Brugnotto, preside della Facoltà di Diritto canonico San Pio X, e mons. Roberto Tommasi, preside della Facoltà teologica del Triveneto. «La specificità della proposta – spiegano – sta nella ricerca di coniugare l’approccio teologico-pastorale con quello giuridico e normativo alla luce delle riflessioni che papa Francesco ha proposto in Amoris laetitia ponendosi sulla scia della tradizione ecclesiale, ma anche aprendo a nuove istanze bisognose di discernimento emergenti dalla complessa configurazione che nel presente assumono le condizioni di vita di tante relazioni di coppia e di tante famiglie».

Le iscrizioni al corso vanno effettuate compilando la scheda online nel sito www.fdcmarcianum.it  sotto la voce Convegni. Saranno accettate le iscrizioni pervenute entro il 30 settembre 2018 (comunque fino a esaurimento dei posti disponibili).

Per informazioni contattare la segreteria operativa: Diletta Visentini e Stefano Dionisi, tel. 041-2743911, cell. 347-1501246: corsofamiglieferite@gmail.com

Fonte: Comunicato stampa
La Chiesa e le famiglie ferite. Al via le iscrizioni per il secondo corso triveneto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento