Chiesa

Dall'analisi sulla corruzione alla necessità di un "Welfare di comunità". Grande fiducia per il convegno di Firenze. Impegno ad integrare la scelta per i poveri nell'abituale presenza della Chiesa dentro la società. Otto per mille: "A fronte di un miliardo di euro o poco più, la Chiesa restituisce dieci volte tanto". Sulle critiche al Papa "una preoccupazione a monte che non è ecclesiale, ma politica".

Il Papa annuncia un nuovo concistoro il 14 e 15 febbraio. Tra i nuovi elettori sono rappresentati 14 Paesi diversi, dei quali 6 non avevano un cardinale e alcuni non lo avevano mai avuto. Se si contano anche gli Emeriti i Paesi rappresentati sono 18.

Trentamila giovani europei a Praga per l'incontro di Capodanno. Centocinquanta i giovani dalla nostra diocesi presenti a Praga. Intervista a frère Alois, priore della comunità fondata da frère Roger Schutz, che organizza ogni anno l'incontro.

Hanno aderito in duemila all’iniziativa promossa a Vicenza dalla Cei e dall’Ufficio nazionale per i problemi sociali e del lavoro, da Pax Christi, dall’Azione cattolica e dalla Caritas. Un forte intreccio con la quotidianità e un messaggio a un territorio fortemente militarizzato. Le testimonianze dei missionari rapiti

"Occorre difendere i poveri, e non difendersi dai poveri", "occorre servire i deboli e non servirsi dei deboli!". "Da questo esame di coscienza - ha detto il Papa - dipende anche, per noi cristiani, la qualità del nostro operare, del nostro vivere, della nostra presenza nella città, del nostro servizio al bene comune, della nostra partecipazione alle istituzioni pubbliche ed ecclesiali".

I dati contenuti nel Rapporto che l’agenzia Fides dedica ogni anno ai membri della Chiesa cattolica vittime di atti di violenza subiti nell’esercizio del loro ministero. Desta preoccupazione la sorte di altri operatori pastorali sequestrati o scomparsi, di cui non si hanno più notizie, tra cui p. Dall'Oglio

Invocando “Gesù Bambino”, il Pontefice ha detto, prima della benedizione Urbi et Orbi: “Il mio pensiero va a tutti i bambini oggi uccisi e maltrattati, sia a quelli che lo sono prima di vedere la luce, privati dell’amore generoso dei loro genitori e seppelliti nell’egoismo di una cultura che non ama la vita; sia a quei bambini sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice; e ai bambini massacrati sotto i bombardamenti, anche là dove il figlio di Dio è nato”.

"Quanto bisogno di tenerezza ha oggi il mondo!" ha detto il Papa alla Messa della notte di Natale, nella Basilica Vaticana. "La risposta del cristiano non può essere diversa da quella che Dio dà alla nostra piccolezza. La vita va affrontata con bontà, con mansuetudine”

La parola ai vincitori (Zeno Pacciani, Andrea Tasso e Francesco Minari): dall’umano espresso con la scritta a mano in stampatello ai cinque colori delle frecce come quelli del calendario liturgico. E poi "il simbolo più forte è quello della Croce… La forma curva delle frecce evoca inoltre la cupola del Brunelleschi".

Il segretario generale della Cei, Nunzio Galantino, ne ha parlato al convegno su "Nuovi media e nuovo umanesimo", in occasione dei dieci anni del Direttorio Cei sulle comunicazioni sociali. Relazioni di monsignor Claudio Giuliodori e di Domenico Pompili. Tavola rotonda con i direttori dei media cattolici (Avvenire, RadioInblu, Tv2000, Sir, Settimanali cattolici aderenti alla Fisc)

Con una messa solenne nella festa dell'Immacolata il vescovo di Mantova, mons. Roberto Busti, ha ricordato a Riese san Pio X a conclusione del centenario della morte

“Non più schiavi, ma fratelli”: è il tema del messaggio del Papa per la XLVIII Giornata mondiale della pace che si celebrerà il 1° gennaio 2015. Oltre all’immenso lavoro delle Congregazioni religiose, occorre anche “un triplice impegno a livello istituzionale di prevenzione, di protezione delle vittime e di azione giudiziaria” da parte di Stati, organizzazioni intergovernative e imprese.

La novità dei Lineamenta della XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei vescovi, che si svolgerà dal 4 al 25 ottobre 2015, è costituita dalle 46 domande che scandiscono questa seconda fase di ascolto della Chiesa in tutto il mondo.

Padre Claudio Monge, da dodici anni vive a Istanbul e racconta le fatiche dei cristiani: "Non abbiamo a che fare con una politica di ostruzionismo nei confronti della Chiesa cattolica quanto piuttosto con una politica guardinga nei confronti degli stranieri e la Chiesa cattolica è costituita fondamentalmente da stranieri".

Diffusa la Traccia per il 5° Convegno ecclesiale nazionale sul tema "In Gesù Cristo il nuovo umanesimo". Sull'esempio di Papa Francesco e sull'onda della "Evangelii Gaudium", bisogna "uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare".

Oggi la Chiesa, ha detto il Papa, ci pone dinanzi come modelli i nuovi Santi che, “proprio mediante le opere di una generosa dedizione a Dio e ai fratelli, hanno servito, ognuno nel proprio ambito, il regno di Dio e - ha proseguito - ne sono diventati eredi”.

Papa Francesco agli oltre 800 missionari, religiose, consacrate e laici: "Uscire è non rimanere indifferenti alla miseria, alla guerra, alla violenza delle nostre città, all’abbandono degli anziani, all’anonimato di tanta gente bisognosa e alla distanza dai piccoli".

Domenica 23 novembre papa Francesco riconoscerà ufficialmente, additandola alla chiesa universale, la santità di Giovanni Antonio Farina, che fu vescovo di Treviso dal 1850 al 1860. Alle ore 10 in piazza san Pietro il Pontificale della canonizzazione. Presenti molti trevigiani insieme al Vescovo. La diretta su Tv2000 e BluradioVeneto

In tutte le nostre parrocchie domenica 23 preghiamo e aiutiamo con le nostre offerte il Seminario, impegnato, come ha ricordato papa Francesco nell'incontro a Roma il 10 settembre, a formare “uomini misericordiosi"

Ventidue anni dopo Giovanni Paolo II, il Papa alla Conferenza internazionale sulla nutrizione. Espressa la consapevolezza che "mentre si parla di nuovi diritti l'affamato è lì, all'angolo della strada". Pressante invito a non fare del cibo una merce e di essere "liberi da pressioni politiche ed economiche".

“L’incontro con la misericordia di Cristo sta al centro della nostra vita cristiana, della nostra chiamata - scrivono due parroci -. E e pagine più belle della nostra vita di preti, nelle varie comunità, hanno sempre avuto come protagonista proprio la misericordia di Dio". Continuano, in vista della Giornata del Seminario, i contributi alla riflessione sul tema della misericordia

La vita e la formazione permanente dei presbiteri al centro della 67ª Assemblea generale della Cei ad Assisi. Il monito del card. Bagnasco nella prolusione: "E' irresponsabile indebolire la famiglia, creando nuove figure - seppure con distinguo pretestuosi che hanno l'unico scopo di confondere la gente e di essere una specie di cavallo di troia di classica memoria - per scalzare culturalmente e socialmente il nucleo portante della persona e dell'umano".