Chiesa

“A un sacerdote che non accoglie tutti, che consiglio darebbe il Papa? Chiuda la porta della Chiesa, per favore: o tutti o nessuno!”. Lo ha detto sabato scorso papa Francesco, ai partecipanti al convegno Cei per il 25° del Settore per la catechesi delle persone disabili.

Tanta confusione è stata fatta  in merito alla vicenda “Veneto Banca” che ha visto coinvolti anche Istituto per il sostentamento del clero e la diocesi di Treviso. Un intervento del Vicario generale fa chiarezza sulla vicenda.

Papa Francesco ha istituito “un tavolo di lavoro – coordinato dal segretario generale della Cei mons. Nunzio Galantino – per la definizione delle principali questioni interpretative e applicative , relative alla riforma introdotta dal Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus.

Una storia importante quella dell’associazione a Treviso: sono 20 i gruppi scout locali e quasi tremila i tesserati complessivi. Un appuntamento doveroso per ringraziare il Signore del cammino fin qui svolto. La celebrazione eucaristica è stata presieduta dal vicario generale mons. Adriano Cevolotto

Si è concluso oggi il Giubileo dei sacerdoti e dei seminaristi (1 - 3 giugno). Nella Messa in piazza san Pietro, il Pontefice ricorda che il prete "secondo Gesù" è un buon samaritano per chi è nel bisogno, un pastore che rischia e si dona senza sosta al suo gregge, tiene le porte aperte ed  esce a cercare chi non vuole più entrare perché nessuno deve perdersi".

La parabola del fariseo e del pubblicano al centro della catechesi di Papa Francesco nell'udienza in piazza San Pietro, davanti a 15mila fedeli. Il diverso comportamento dei due mostra qual è il “giusto atteggiamento per pregare”.

Dare la parola ai parroci e ai diaconi d’Italia. Con l’hashtag #ParrocchieAperte, l'agenzia Sir, cui fanno riferimento i settimanali diocesani e dunque anche la Vita del popolo, ha avviato ieri un racconto a più voci dalle parrocchie italiane in risposta alla richiesta di Papa Francesco.

E' la richiesta lanciata durante il Giubileo dei diaconi, a cui Francesco ha chiesto disponibilità, mitezza e servizio.

Dall’esperienza del Concilio Vaticano II e del papato di Giovanni XXIII, Capovilla aveva tratto due insegnamenti: la mitezza e l’umiltà del cuore. Fino all’ultimo, don Loris è rimasto fedele alla lezione. Testimone eccezionale di una stagione che ha cambiato il volto della Chiesa.

Mons. Ivo Muser, vescovo di Bolzano – Bressanone, è il nuovo vicepresidente della Conferenza episcopale Triveneto; è stato eletto martedì 24 maggio nel corso della periodica riunione svoltasi presso la sede della Cet a Zelarino (Venezia).

Al centro dell'udienza del Papa, cui hanno partecipato 20mila fedeli, la parabola evangelica del giudice e della vedova. Anche oggi ci vogliono giudici "imparziali e incorruttibili", attualizza Francesco: anche oggi i diritti dei migranti, come quelli della vedova, possono "essere calpestati con facilità".

E' quanto ha detto papa Francesco accogliendo questa mattina in Vaticano lo sceicco Ahmed al Tayyeb, Grande Imam di al-Azhar, la celebre università musulmana sunnita del Cairo. L’incontro è durato 25 minuti.

Dopo la positiva esperienza fatta con le ordinazioni diaconali, anche la celebrazione con il rito delle ordinazioni presbiterali, presieduta dal Vescovo, sarà trasmessa in diretta streaming sabato 21 maggio, a partire dalle ore 17, dalla chiesa Cattedrale. E’ anche questo un modo per far partecipare all’evento persone che non possono essere fisicamente presenti.

“Sulle unioni civili non ho dato giudizi di valore o di merito”, ha detto il presidente della Cei. E su un ipotetico referendum: "“Si tratta di iniziative che sono doverosamente portate avanti da laici: saranno portate avanti da laici”.

Al centro della catechesi di oggi, davanti a 28mila fedeli, la parabola del ricco Epulone e del povero Lazzaro, da cui emerge il "grido silenzioso" dei poveri in un mondo in cui "immense ricchezze sono nelle mani di pochi" . "Ignorare il povero è disprezzare Dio", la lezione.

Anche Camposampiero ospiterà alcuni eventi della rassegna in onore del Santo di Padova che prende il via sabato 28 maggio. In chiusura Antonella Ruggiero “duetterà” con l’organo della basilica

Nella relazione di apertura della sessantanovesima Assemblea della Cei il cardinale Angelo Bagnasco delinea lo "stato di salute" del Paese a partire dalla denuncia di tre fantasmi: lavoro, natalità e gioco azzardo. Il punto di partenza: il magistero di Papa Francesco, "continuo stimolo alla conversione".