Chiesa

"Alla fine della messa, dopo che ha salutato tutti, stava firmando la foto e mi dice: ‘Tu puoi mettere nella chiesa questa foto perché lui è beato adesso e se qualcuno ti dice che non hai il diritto, tu gli dici che il papa ti ha dato il permesso’”. Lo ha detto papa Francesco all'arcivescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, dopo aver firmato durante la messa di questa mattina a Santa Marta una foto di padre Jacques Hamel, assassinato il 26 luglio scorso.

L’istituzione di una giornata di preghiera per le vittime, la realizzazione di un “modello guida” per le Conferenze episcopali e la pubblicazione di un sito web della Commissione. Sono i temi principali trattati dalla Pontificia Commissione per la tutela dei minori, durante la sessione di lavoro che si è conclusa ieri in Vaticano.

Dal 15 al 18 settembre si terrà a Genova il Congresso eucaristico nazionale. Ricordiamo una figura al giorno di trevigiani che hanno vissuto l'amore eucaristico e dall'Eucaristia sono stati trasformati. Ricordiamo la figura di Maria Oliva Bonaldo, che fondò le Figlie della Chiesa

Dal 15 al 18 settembre si terrà a Genova il Congresso eucaristico nazionale. Ricordiamo una figura al giorno di trevigiani che hanno vissuto l'amore eucaristico e dall'Eucaristia sono stati trasformati. Dopo San Pio X, il beato vescovo Andrea Giacinto Longhin e Lucia Schiavinato, ricordiamo suor Bertilla Boscardin

Dal 15 al 18 settembre si terrà a Genova il Congresso eucaristico nazionale. Ricordiamo una figura al giorno di trevigiani che hanno vissuto l'amore eucaristico e dall'Eucaristia sono stati trasformati. Dopo San Pio X, facciamo memoria del beato vescovo Andrea Giacinto Longhin e di Lucia Schiavinato

La Curia romana non è un monolito inalterabile. Se si guarda alla storia dell’ultimo secolo, appare con evidenza che questa non è un apparato immobile. “La Curia romana - sintetizza, in modo chiaro, monsignor Marcello Semeraro, segretario del C9 - non è un’entità autonoma ma uno strumento di aiuto al Successore di Pietro: ha senso esclusivamente se legata a lui”.

Il presidente della Cei parla del clima di attesa a Genova per il Congresso eucaristico nazionale e anticipa uno dei suoi frutti: la missione dei giovani ai giovani. Tra le proposte: spingere i laici ad andare a messa anche durante la settimana. Le offerte della messa finale per i terremotati. Il legame con il Giubileo e con il Convegno di Firenze.

Dal 15 al 18 settembre si terrà a Genova il Congresso eucaristico nazionale. Nove i delegati della nostra diocesi. Ricordiamo da oggi all'inizio del congresso una figura al giorno di trevigiani che hanno vissuto l'amore eucaristico e dall'Eucaristia sono stati trasformati. Cominciamo con San Pio X

Il "doppio buio" di Giovanni Battista e la misericordia di Gesù. Si è snodata su questo binario la catechesi dell'udienza generale di oggi, al termine della quale il Papa ha ricordato la canonizzazione di domenica scorsa e ha esortato i giovani a essere "artigiani della misericordia" come Madre Teresa.

Domenica 4 settembre, alle 10,41, Papa Francesco ha proclamato santa Madre Teresa di Calcutta, "generosa dispensatrice della misericordia divina, rendendosi a tutti disponibile attraverso l’accoglienza e la difesa della vita umana, quella non nata e quella abbandonata e scartata”.

La canonizzazione della religiosa di origine albanese, fondatrice delle Missionarie della carità, avverrà domenica 4 settembre a Roma. E’ un onore e un riconoscimento che era già nel cuore e nelle menti di milioni di persone. A Dosson, presso le opere parrocchiali, domenica 4 settembre alle 20.30, Uniti per la vita Cav-Mpv Treviso invitano a un incontro di condivisione dell’evento celebrato a Roma.

In vista del Convegno dei Cori giovani della diocesi del 13 novembre, i responsabili e direttori di Cori giovani, i cantori, i musicisti sono inviati ad un fine settimana di formazione liturgica e musicale il 17 e 18 settembre nella casa Stella Maris a Bibione.

"Usiamo misericordia verso la nostra casa comune" è il titolo del Messaggio scritto da Papa Francesco per la Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato che, in unione con il mondo ortodosso e in sintonia con le altre Chiese cristiane, la Chiesa cattolica celebra il 1° settembre. “La terra grida”, scrive il Papa, e “non possiamo arrenderci o essere indifferenti alla perdita della biodiversità e alla distruzione degli ecosistemi, spesso provocate dai nostri comportamenti irresponsabili ed egoistici”.

Il nuovo organismo vaticano riunirà dal 1° gennaio 2017 il Pontificio Consiglio per la giustizia e per la pace, il Pontificio Consiglio “Cor Unum”, il Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti e il Pontificio Consiglio della pastorale per gli operatori sanitari. Lo ha istituito Papa Francesco con Motu proprio.

Stiamo in guardia - chiede il Papa all'Udienza generale - "da visioni della femminilità inficiate da pregiudizi e sospetti lesivi della sua intangibile dignità". Per tutti c'è salvezza, perché "Dio ci ha creato in piedi, non umiliati".

Si celebra il 1° settembre in tutta Europa e in tutte le Chiese cristiane del continente la Giornata mondiale di preghiera per la custodia del creato. Messaggio delle Chiese europee: “Ci troviamo ad affrontare sfide urgenti in termini di degrado ambientale e cambiamento climatico e, incoraggiati dalle parole della lettera enciclica di Papa Francesco Laudato si’, a riconoscere la nostra responsabilità condivisa”.

Il primo, nel 1904, per il 50° del dogma dell'Immacolata, il secondo nel 1908, per il 50° della propria ordinazione sacerdotale, il terzo nel 1913, in occasione del XVI centenario dell’Editto di Costantino

“Io so, Signore, che non posso più amare te se non amo mio fratello. So che, amando e aiutando il fratello, amo te in lui e lui in te”. E’ l’inizio della Preghiera dei due amori, composta da mons. Fernando Pavanello, letta a conclusione delle esequie celebrate stamattina, 18 agosto, in Cattedrale a Treviso. La messa esequiale è stata presieduta dal vescovo Gardin e concelebrata da altri quattro vescovi e numerosi sacerdoti. Tante gente, tra cui molti disabili.

Il sindaco Manildo e il vicesindaco Grigoletto ricordano la figura del sacerdote morto il 15 agosto: "Ha onorato la comunità attraverso la forza dell'amore e lo straordinario impegno al servizio dell'uomo e per la tutela dei diritti delle persone con disabilità"

La più grande tipografia di Bibbie al mondo, che si trova in Cina, ha stampato la 150.000.000 copia della Bibbia. E in Italia? Don Luca Mazzinghi, presidente dell'Associazione biblica italiana, traccia un bilancio tra luci (molte) e ombre. Tra queste, il fatto che a cinquant'anni dal Concilio "la Bibbia resta ancora un'illustre sconosciuta per troppi cattolici"

"Noi di Camposampiero l'abbiamo sentito sempre vicino nella sua lunga vita, perché nacque qui nel 1919, sopra lo storico negozio di ferramenta di piazza Vittoria, gestito dal padre Ferruccio". Così su Facebook il ricordo dell'ex sindaco e parlamentare Dino Scantamburlo.

All’Angelus papa Francesco affida alla Madonna e a Cristo le “donne sopraffatte dal peso della vita e dal dramma della violenza”, le “donne schiave della prepotenza dei potenti”, le “bambine costrette a lavori disumani,” le “donne obbligate ad arrendersi nel corpo e nello spirito alla cupidigia degli uomini”

Con una certa fatica, venerdì scorso avrebbe dovuto prendere alloggio alla casa del clero per un periodo di cure.  Nella sua casa, tra i mille ricordi di oltre 30 anni di presenza a Breda, le sue cose stavano ben ordinate nel baule e nelle valigie. Aveva dato disposizioni precise per ogni cosa, perfino sul vino che lasciava in cantina.

Si è spento all'età di 97 anni al'ospedale Ca' Foncello, dove era stato ricoverato giovedì sera. E' stato per decenni il prete dei poveri, attento ai cambiamenti della società. I funerali giovedì 18 alle 10 in Cattedrale, presieduti da mons. Gardin.

“La festa che celebriamo ha a che fare con la vita di ciascuno di noi: ci interpella, mettendoci davanti la mèta del nostro cammino e le condizioni per poterla raggiungere”. È quanto sottolinea il segretario generale della Cei, in un editoriale per Avvenire, in occasione della festività dell'Assunzione di Maria.