Chiesa

Le relazioni introduttive di Mauro Magatti e Giuseppe Lorizio hanno dato il via ai lavori dei sottogruppi, quattro per ciascuno dei cinque verbi dell’Evangelii Gaudium, che annunciano il percorso “sinodale” che attende la Chiesa italiana, anche nel rapporto con la società

Molte le iniziative per essere pronti ad accogliere e gestire i pellegrini che si metteranno in cammino nell’Anno Giubilare. Dal punto di vista “turistico-devozionale” il Veneto è una regione ricca di santuari e di cammini di fede. Tra tutti, la Basilica di Sant’Antonio, meta di milioni di pellegrini ogni anno, ed il “Cammino di Sant’Antonio” che la collega ai Santuari Antoniani di Camposampiero.

Dalla cattedrale di Santa Maria del Fiore il Papa lancia otto affondi ed esorta i vescovi a essere “pastori” e a “non rinchiudersi nelle strutture”. Il sogno di una Chiesa italiana sempre accanto “agli abbandonati, ai dimenticati, agli imperfetti”. “Umiltà, disinteresse, beatitudine” l’identikit, pelagianesimo e gnosticismo le tentazioni da evitare. Ai giovani: “Superate l’apatia”. L’avvio di un percorso sinodale di base sulla “Evangelii Gaudium”

Si è aperto, in uno scenario splendido caratterizzato dalla grande bellezza di Firenze, il quinto Convegno della Chiesa italiana. Nella relazione introduttiva l'arcivescovo Nosiglia ha auspicato che lo stile del convegno sia sinodale e che guardi con sguardo amorevole alla realtà del nostro tempo. Grande attesa per l'arrivo del Papa

“Fare il punto sul nostro cammino di fedeltà al rinnovamento promosso dal Concilio e aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo”: è questo lo scopo del quinto Convegno ecclesiale nazionale, che si è aperto questo pomeriggio nella cattedrale di Santa Maria del Fiore, dove sono convenute le quattro processioni dei 2.200 delegati

All’Angelus papa Francesco condanna il furto e la pubblicazione dei documenti riservati come “un reato”, “uno sbaglio”, un “atto deplorevole che non aiuta”, anche perché “quei documenti io e i miei collaboratori già li conoscevamo bene”. Applausi dalla folla quando egli chiede “il sostegno di tutta la Chiesa” al “lavoro di riforma”.

Il convegno ecclesiale nazionale si terrà a Firenze dal 9 al 13 novembre. Dirette twitter, servizi radio, su Telepace e online. Anche sul nostro sito aggiornamenti continui. Saranno tredici i delegati della nostra Diocesi che prenderanno parte al Convegno guidati dal vescovo mons. Gianfranco Agostino Gardin.

Nel tradimento della fiducia accordata a collaboratori risultati infedeli emerge tutta l'attualità e la persistenza della lotta perenne fra il bene e il male che può albergare anche all'interno della Mura vaticane, così come in qualunque luogo in cui operino uomini e donne.

Le Discepole del Vangelo aprono una nuova fraternità nella multietnica Marsiglia. Luogo “di frontiera” con una forte presenza musulmana, la città francese ospita da qualche giorno Francesca, Silvia e Michela, che cercheranno di essere presenza di pace e amicizia, per costruire relazioni di fraternità, con lo stile di Charles De Foucauld

"Il dialogo basato sul fiducioso rispetto può portare semi di bene che a loro volta diventano germogli di amicizia e di collaborazione in tanti campi, e soprattutto nel servizio ai poveri, ai piccoli, agli anziani, nell’accoglienza dei migranti, nell’attenzione a chi è escluso" ha detto il Papa all'udienza dedicata al 50° della "Nostra aetate"

“A questo sono chiamati i discepoli di Gesù, anche oggi, specialmente oggi”, sfuggendo alle tentazioni di “camminare attraverso i deserti dell’umanità senza vedere quello che realmente c’è, bensì quello che vorremmo vedere noi” e di cadere in una “fede da tabella”: “tutto rientra, sappiamo dove andare e quanto tempo metterci; tutti devono rispettare i nostri ritmi e ogni inconveniente ci disturba”.

La Relazione finale è stata approvata "con una maggioranza estremamente ampia" e ha ricevuto in ognuno dei 94 paragrafi la maggioranza qualificata dei due terzi. Indicata la strada del "discernimento" per i divorziati risposati. La cifra complessiva dell'accoglienza e della misericordia

Le tre competenze del nuovo Dicastero sono intimamente connesse: non si può parlare di laici senza parlare di famiglia e vita; la famiglia è fatta da laici ed apre alla vita. Non si tratta di fare somme, ma di ripensare il proprio modo di essere Chiesa

Il corsivo dell'Agenzia Sir: smontato il caso mediatico costruito dal Quotidiano nazionale sui problemi di salute di papa Francesco. Probabilmente l'ennesimo tentativo di “deragliamento mediatico" durante il Sinodo sulla famiglia

Il 22 ottobre 1978 iniziava il suo pontificato Karol Wojtyla. Oggi la Chiesa ne celebra la memoria liturgica e indica al mondo la sua santità. Il Papa mette sotto la sua protezione in Sinodo sulla famiglia

L’importanza di un’adeguata preparazione al matrimonio, la riforma delle cause di riconoscimento di nullità matrimoniale alla luce dell’insegnamento della Chiesa, le sfide che le famiglie affrontano in alcuni Paesi. Questi i temi al centro del consueto briefing sull’assemblea sinodale che si è tenuto il 20 ottobre.

Alla veglia missionaria diocesana in cinque hanno ricevuto l’invio da parte del Vescovo. Tutta la chiesa locale deve sentirsi impegnata a pregare per le donne e gli uomini che sono partiti e continuano a partire - ha sottolineato mons. Gardin.

“Le sofferenze delle famiglie vanno ben oltre quelle dei divorziati risposati”, ha puntualizzato Fouad Twal, patriarca di Gerusalemme, richiamando le famiglie povere, migranti, in guerra, vittime di violenza e costrette a lasciare le proprie terre. In molti interventi è riemersa anche la necessità di un “nuovo linguaggio”.

Nella commemorrazione del 50° dell'istituzione del Sinodo, Francesco ha ribadito la necessità di una ''conversione del papato'' e ha auspicato una valorizzazione delle Chiese particolari, verso una ''salutare decentralizzazione''

Il Papa si è recato a visitare i senzatetto presso il nuovo dormitorio inaugurato nei giorni scorsi dall’Elemosineria apostolica in via dei Penitenzieri, nei locali messi a disposizione dalla Curia generalizia della Compagnia di Gesù.

Unità nella diversità: questo il clima che si è respirato la mattina del 16 ottobre al Sinodo sulla famiglia, in corso in Vaticano. La 12ma Congregazione generale ha visto, infatti, l’audizione di 12 delegati fraterni, presenti all’Assemblea in rappresentanza di diverse Confessioni cristiane. Sono seguite le testimonianze degli uditori laici

Sono stati 93 gli interventi all’ottava e alla nona Congregazione generale del Sinodo dei vescovi dedicate al dibattito sulla terza e ultima parte dell’Instrumentum laboris. Intervento “commovente” di un vescovo che ha raccontato di aver celebrato una messa di prima comunione nella quale il figlio di una coppia di divorziati risposati ha dato ai genitori due pezzetti della propria ostia.

L’indissolubilità del matrimonio cristiano “non è un peso”, e deve essere trattata “in modo più positivo”. E' una delle richieste ricorrenti nelle sintesi dei 13 Circoli Minori, presentati nel corso dell’ottava Congregazione generale del Sinodo.

Padre Federico Lombardi: “Chi ha compiuto questo atto di divulgazione, ha compiuto un atto di disturbo, occorre perciò non farsene condizionare”. Si possono fare osservazioni sulla metodologia del Sinodo, “ma una volta stabilita ci si impegna ad attuarla”.

Missionarietà della famiglia e suo contribut o alla pastorale familiare, accoglienza delle famiglie ferite, indissolubilità del matrimonio, matrimoni misti, invito a non opporre misericordia e verità. Sono i principali temi affrontati nei 75 interventi dei Padri sinodali nel corso della quinta Congregazione generale.