Chiesa

Gesù chiede ai discepoli di prendere posizione su di lui. A pochi sarà chiesto di “morire” fisicamente, magari donando la vita nel martirio; ma a tutti è chiesto di fidarsi di Gesù, morendo ai propri disegni, nella fiducia che quelli di Dio porteranno a una vita piena

Dal Cadore i Vescovi hanno voluto indirizzare uno speciale messaggio di incoraggiamento e vicinanza ad alunni e famiglie, a dirigenti scolastici, docenti e personale dell’intero mondo della scuola di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige che riprende in questi giorni la sua attività “in presenza”. Sul tema della ripresa delle attività pastorali, vaccini e certificazione verde, allo stato attuale i Vescovi hanno riflettuto sulla situazione esistente, segnata da incertezze e speranze, ed hanno unanimemente concordato nell’esortare tutti ad un forte senso di responsabilità, invitando alla vaccinazione in modo pressante i ministri ordinati e gli operatori pastorali coinvolti nelle attività caratterizzate da maggior rischio di contagio.

Nelle circostanze attuali, la presenza del “carisma della femminilità”, anche nell’opera formativa dei futuri sacerdoti, si ritiene sempre più importante. Maria Elena Menegazzo con l'inizio del nuovo anno comunitario sarà in Comunità teologica e Maria Sfriso in Comunità ragazzi

La cura dell’azione pastorale passa da scelte consapevoli come il vaccinarsi, gesto che Papa Francesco ha definito “un atto di amore”. È la raccomandazione di fondo della nota sul “Curare le relazioni nel tempo della ripresa”, diffusa dalla presidenza della Cei, in cui si afferma che in questa fase della pandemia “resta fondamentale mitigare i rischi di trasmissione del virus, che è ancora pericoloso, specialmente nelle sue varianti.

Una lettera ai vescovi italiani per aggiornare su quanto fatto finora nel cammino sinodale – percorso ancora in evoluzione – in attesa della sessione autunnale del Consiglio episcopale permanente (27-29 settembre) e dell’Assemblea Generale Straordinaria della Cei (22-25 novembre 2021). Ad inviarla è la presidenza della Cei, ricordando che il cammino sinodale delle Chiese in Italia si è avviato nella 74ª Assemblea Generale.

56 anni, biblista e delegato vescovile per la Formazione del clero, è originario della parrocchia di Martellago. Succede a mons. Giuliano Brugnotto, nominato dal Vescovo lo scorso luglio vicario generale. Don Virgilio Sottana assistente ecclesiastico dell'associazione pubblica di fedeli Cooperatrici pastorali diocesane.

Il "sì" di Cristina Santinon nella comunità di Marango (Caorle). Originaria di Fontane, l'11 settembre vivrà la professione monastica nella Piccola famiglia della risurrezione. Da una vita "ricca" al percorso per scoprire a che cosa era davvero chiamata

Nella Decapoli Gesù guarisce un sordomuto. Nonostante Gesù avesse raccomandato di “non dirlo a nessuno”, coloro che gli hanno condotto la persona sordomuta constatano, pieni di stupore, che egli “ha fatto bene ogni cosa”: perciò non sono disposti a tacere

Il 10 settembre Silvia Massarotto e Pascale Barbut raggiungeranno Cristina Zaros ad Algeri, dove la Chiesa locale e gli abitanti del quartiere attendono le sorelle. Un progetto “accompagnato dalla presenza provvidente del Signore e da tanti segni di amicizia” dicono, con il desiderio di camminare insieme ai “tanti amici musulmani a cui siamo inviate”

Citando Laudato si’ e Fratelli tutti, il Papa sottolinea che “l’amore è anche sociale e politico”. “C’è amore sociale e amore politico, è universale, sempre traboccante di piccoli gesti di carità personale capaci di trasformare e migliorare le società”, osserva. Soffermandosi sulla vaccinazione, Francesco evidenzia che “vaccinarci è un modo semplice ma profondo di promuovere il bene comune e di prenderci cura gli uni degli altri, specialmente dei più vulnerabili”.

Sarà il vicario generale, mons. Giuliano Brugnotto, a presiedere la celebrazione, al posto del vescovo, Michele Tomasi, convalescente dopo l’intervento alle ginocchia. Nell’occasione, ci sarà la consegna del cero da parte del sindaco Mario Conte, omaggio della Città alla Madonna Granda: un gesto nato nel 1300.

La mormorazione dei Giudei e la risposta di Gesù, che mette a confronto il dono che lui è venuto a portare con la manna nel deserto: pur essendo stato un segno fondamentale per il cammino, non è stata sufficiente a salvare gli Israeliti dalla morte

Papa Francesco ha concluso la prima udienza dopo la pausa estiva, in Aula Paolo VI, con un forte appello. "Con la verità del Vangelo non si può negoziare", il tema della catechesi, dedicata ancora una volta alla Lettera ai Galati.

La Presidenza della conferenza episcopale italiana ha scritto una lettera ai vescovi per invitarli a celebrare momenti di preghiera, affinché la Chiesa sia presente in questo tempo. La ripresa autunnale delle attività pastorali sarà probabilmente ancora condizionata dalla pandemia, per ora la certificazione verde non sarà necessaria per partecipare alle messe.

Nell'omelia della prima Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, mons. Fisichella ha letto il testo preparato dal Papa per l'occasione: "I nonni e gli anziani non sono degli avanzi di vita, degli scarti da buttare". L'idea che "ognuno pensa per sé" uccide. Guidando l'Angelus, il Santo Padre ha chiesto un applauso per tutti i nonni e ha ribadito: "Senza dialogo tra giovani e nonni la storia non va avanti, la vita non va avanti".

Spesso si presenta la “moltiplicazione dei pani” come un esempio di “condivisione”, attraverso la quale – umanamente – si può riuscire a far bastare per tutti anche poche risorse disponibili. Ma l’episodio di Eliseo e il “segno” operato da Gesù dicono qualcosa di più...