Chiesa

Ad annunciarlo ai 35mila fedeli presenti ieri in piazza San Pietro è stato il Papa, spiegando che lo “scopo principale di questa convocazione è individuare nuove strade per l’evangelizzazione di quella porzione del Popolo di Dio, specialmente degli indigeni.

"Vi ringrazio di cuore per la vostra vicinanza e per il vostro impegno" sono queste le parole che papa Francesco ha rivolto a mons. Giuseppe Zenti, durante il breve ma intenso incontro avvenuto mercoledì 4 ottobre 2017 a margine dell'udienza generale del mercoledì.

"Il silenzio di questa sera faccia risuonare dentro di noi il dolore pacato, il sussulto della coscienza, il desiderio di un mondo nuovo, la domanda accorata di dignità per tutti, la volontà di dare un volto più umano a questo mondo": queste le parole del vescovo Gardin alla veglia di preghiera che si è svolta alla Casa della carità

Il cristiano deve ricordarsi di avere un pezzo di cielo in più sopra la testa. Il Papa ha cominciato così l'udienza generale. Poi l'annuncio che che, dal 19 al 24 marzo 2018, si svolgerà una riunione pre-sinodale a cui sono invitati tutti i giovani del mondo, credenti o non credenti.

Don Davide Schiavon, direttore della Caritas Tarvisina, spiega come questa non voglia essere un’occasione di polemica o di scontro, ma un momento di raccoglimento e di incontro: “Auspichiamo che, nel silenzio, i sentimenti della speranza e della fiducia in un’umanità migliore possano trovare cittadinanza nei cuori di ciascuno".

Il nuovo anno pastorale si apre, mentre la nostra diocesi sta vivendo il Cammino sinodale. Siamo invitati a scoprire un nuovo stile di Chiesa, basato su essenzialità, rinnovamento e partecipazione. In 1.500 venerdì scorso alla celebrazione d'apertura.

La celebrazione di inizio anno pastorale, fissata per venerdì 22 settembre, alle 20.30, nel tempio di San Nicolò a Treviso, assume quest’anno un tono del tutto speciale. E ci vede tutti convocati attorno al nostro Vescovo nel tempo in cui la nostra Chiesa sta vivendo un “cantiere aperto”: quello del Cammino Sinodale.

L'elezione della presidente, magister della comunità di Monastier, è avvenuta domenica scorsa 17 settembre a Valdagno (Vicenza), dove si è riunita l'assemblea regionale, alla quale hanno partecipato oltre 200 persone, in rappresentanza delle 60 comunità Masci operanti in tutto il Veneto.

Durante la riunione dei Vescovi triveneti il Presidente della Conferenza Episcopale Triveneto e Patriarca di Venezia Francesco Moraglia ha reso noto che è stata accertata, in questi giorni, la disponibilità di Papa Francesco a venire a Venezia ed incontrare le Chiese del Nordest. Tale visita si svolgerà nel corso dell'anno 2018 ed avrà la durata prevista di una giornata. Previsto un evento con i giovani del Triveneto.

“Anche quando perdurano conflitti, violenza, o sentimenti di vendetta, non impediamo che la giustizia e la misericordia si incontrino in un abbraccio che assuma la storia di dolore della Colombia”. È l’invito rivolto dal Papa nel grande incontro per la riconciliazione nazionale ieri, a Villavicencio. "Pagina di alta teologia ha detto poco dopo parlando a braccio davanti alla Nunziatura.

Parla il presidente della Conferenza episcopale colombiana: “La parola, la presenza e la testimonianza del Papa sono molto importanti nel cammino di riconciliazione”. E ancora: “Invitiamo tutti a compiere il primo passo ed è importante fare questo passo assieme al Papa, che tanto desidera la pace”.

“Noi rivolgiamo – si legge nell’appello diffuso in occasione della Giornata mondiale -, a quanti occupano una posizione di rilievo in ambito sociale, economico, politico e culturale, un urgente appello a prestare responsabilmente ascolto al grido della terra”.

Un corso di studi rivolto agli operatori di pastorale familiare (laici, presbiteri, religiosi) chiamati ad accompagnare coppie e famiglie cristiane ferite, alla luce delle riflessioni che papa Francesco ha proposto alla chiesa in Amoris laetitia.

Arcivescovo di Bogotá, primate di Colombia e presidente del Celam (il Consiglio episcopale latinoamericano che proprio nella capitale colombiana ha la sua sede). Questo il triplice ruolo con il quale il cardinale Rubén Salazar Gómez si appresta a ricevere papa Francesco.In questa intervista spiega come il suo paese, con l'aiuto di Francesco, prova a costruire una pagina nuova.

“Dopodomani, 1° settembre, ricorrerà la Giornata di preghiera per la cura del creato. In questa occasione, io e il caro fratello Bartolomeo, Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, abbiamo preparato insieme il Messaggio”, ha detto Papa Francesco al termine dell’odierna udienza generale in piazza San Pietro.

Lavoro, siccità e paesaggio i temi centrali toccati dal cardinale Pietro Parolin, in visita lunedì 28 a Grafica Veneta, la stamperia di Trebaseleghe che ha ospitato autorità locali e regionali in occasione della presentazione della pubblicazione ‘I Papi in Cadore’ dedicato ai pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI che hanno accolto l’invito del Vescovo di Treviso per trascorrere nella casa del Seminario trevigiano a Lorenzago le loro vacanze (sei volte papa Woityla, una volta papa Benedetto XVI).

Originario di Abbazia Pisani (Villa del Conte) ha guidato la diocesi di Aysen durante gli anni della dittatura di Pinochet e nel 1988 Giovanni Paolo II lo volle arcivescovo metropolita di Puerto Montt dove è rimasto fino alla rinuncia nel 2001. I funerali a Monte Berico giovedì 17 agosto

Lunedì 14 agosto, nell'anniversario della morte, la Basilica ricorda questa straordinaria figura di uomo e di frate, che papa Giovanni Paolo II proclamò santo nel 1982, con due celebrazioni religiose, una alle ore 9.00, l’altra alle ore 11.00.

"Quanta gente perdura anche oggi in una vita sbagliata perché non trova nessuno disponibile a guardarlo o guardarla in modo diverso, con gli occhi, meglio, con il cuore di Dio, cioè con speranza. Gesù invece vede una possibilità di risurrezione anche in chi ha accumulato tante scelte sbagliate”. Così papa Francesco, nella catechesi dell’udienza generale del mercoledì in Aula Paolo VI.