Chiesa
stampa

A caccia di consolazione

Quale promessa di vita nella parola “consolazione”, anche nelle parole forti e crude dello scrittore svedese Stig Dagerman. La stessa che Gesù offrì ai suoi amici assicurando la venuta del “Consolatore”, colui che sta con chi è solo. Il termine greco “Paraclito”, indica inoltre “colui che è chiamato vicino”.

Parole chiave: buon pastore (1), consolazione (1), paraclito (1), spirito santo (14)
A caccia di consolazione

"Io sono a caccia di consolazione come un cacciatore lo è di selvaggina. Là dove la vedo baluginare nel bosco, sparo. Spesso il tiro va a vuoto, ma qualche volta una preda cade ai miei piedi".

Queste parole forti e crude, tratte da “Il nostro bisogno di consolazione” di Stig Dagerman dicono ciò che tutti ci portiamo dentro. Il giovane scrittore svedese, segnato da una drammatica infanzia, alla fine scelse il suicidio. Eppure, quale promessa di vita nella parola “consolazione”. La stessa che Gesù offrì ai suoi amici assicurando la venuta del “Consolatore”, colui che sta con chi è solo. Il termine greco “Paraclito”, indica inoltre “colui che è chiamato vicino”.

Sempre Dagerman confessava: “Mi manca la fede e non potrò mai, quindi, essere un uomo felice, perché un uomo felice non può avere il timore che la propria vita sia solo un vagare insensato verso una morte certa”. Per questo, nelle catacombe la prima immagine di Cristo che troviamo è quella di un giovane pastore con una pecora sulle spalle. E’ l’immagine della grande consolazione che ci viene dal credere che “se anche andassi per un valle oscura (letteralmente: della morte) non temerei alcun male, perché Tu, Signore, sei con me” (Salmo 23). E' sempre lo scrittore svedese che ci avverte: “L'uomo non ha bisogno di una consolazione che sia un gioco di parole, ma di una consolazione che illumini”. Guardare al Cristo è vedere luce non solo oltre il tunnel, ma anche nel tunnel...

Tutti i diritti riservati
A caccia di consolazione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento