Chiesa
stampa

Anno pastorale: conclusione con qualche cambiamento

Mercoledì scorso si è tenuta nel tempio di san Nicolò la tradizionale Assemblea diocesana di conclusione dell’anno pastorale 2013-2014, durante la quale il vescovo ha annunciato la nomina del vicario generale e del vicario per il coordinamento della Pastorale

Anno pastorale: conclusione con qualche cambiamento

Mercoledì scorso si è tenuta nel tempio di san Nicolò la tradizionale Assemblea diocesana di conclusione dell’anno pastorale 2013-2014. Dopo un momento di preghiera, mons. Giuseppe Laiti ha proposto una riflessione sul “battesimo sorgente di vita nuova”, introducendo così alla tematica che ci guiderà nel prossimo anno, riguardante alcune dimensioni della vita cristiana che scaturiscono dal battesimo.

Come accade in queste occasioni, la partecipazione è stata buona, come buono e positivo è stato il clima che si registrava tra gli operatori pastorali presenti. Questo, a testimonianza che le crescenti difficoltà che si incontrano ovunque nell’annunciare il vangelo e a educare alla fede, non spengono la speranza e la fiducia nella seminagione e nell’opera dello Spirito. Sempre più percepiamo la verità e l’attualità delle parole di Gesù: il missionario del Regno deve essere sempre pronto a seminare, senza mai stancarsi, cosciente che “dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa” (Mc 4,26-27).

 

Nel mezzo del cammino

Come ha ricordato il vescovo, la nostra diocesi è impegnata, oltre che sulla formazione di cristiani adulti in una chiesa adulta, anche su altri due fronti: la Visita pastorale e l’avvio delle Collaborazioni pastorali. Su questi aspetti siamo ormai nel mezzo del cammino: metà parrocchie visitate dal vescovo e circa metà Collaborazioni già avviate. Ora rimane da percorrere un altro tratto, non meno impegnativo, ma sicuramente fecondo per la vita e la vitalità delle parrocchie. Soprattutto per la presa di coscienza della necessità di un profondo rinnovamento della pastorale in prospettiva missionaria, che abbia come cuore pulsante l’annuncio del vangelo a tutti. Tale rinnovamento, è stato detto più volte, passa necessariamente attraverso un pieno coinvolgimento dei laici, senza dimenticare però che, per vocazione, sono anzitutto chiamati a testimoniare il vangelo nel mondo e nelle ordinarie condizioni di vita.

Questo comporta, a mio avviso, l’onere di ripensare (e semplificare) la pastorale anche in rapporto alla loro presenza che non potrà mai essere solo o prevalentemente “pastorale”, ma “secolare”. Mi risuonano ancora le parole del sociologo Luca Diotallevi quando venne a parlarci dei laici e del Concilio: la pastorale ha finito con il “mangiarsi” l’apostolato dei laici, con la conseguenza che i laici non direttamente impegnati in essa rischiano anche oggi di rimanere “invisibili”. Bisogna perciò capirsi quando si dice che occorre dare maggiore visibilità e responsabilità ai laici e cercare di dare risposta soprattutto a tre domande: per quale pastorale?; verso quale volto nuovo di parrocchia e, quindi, di chiesa?; per quale figura di prete e di ministero pastorale?

L’esperienza delle Collaborazioni pastorali aiuterà di sicuro a capire sempre meglio come muoverci e quali scelte operare.

Nuovi vicari

In occasione della conclusione dell’anno pastorale i Vescovo ha anche annunciato due nomine importanti per la vita della nostra diocesi e, quindi, per il cammino che abbiamo davanti. Anzitutto quella del nuovo Vicario generale, nella persona di mons. Adriano Cevolotto, parroco di S. Liberale in Castelfranco Veneto, il quale succede a mons. Giuseppe Rizzo; e quella di don Mario Salviato, parroco di Noale, nominato al posto del sottoscritto Vicario episcopale per il coordinamento della pastorale. A entrambi le felicitazione e gli auguri di “Vita” e di tutti i suoi lettori, accompagnati dalla preghiera.

Anno pastorale: conclusione con qualche cambiamento
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento