Chiesa
stampa

Appello del Papa all'Angelus: di fronte all'avanzare del coronavirus "fermare ogni ostilità"

Fermare “ogni ostilità bellica”, perché “i conflitti non si risolvono attraverso la guerra” e il Covid-19 “non conosce frontiere”. E’ l’appello del Papa, al termine dell’Angelus trasmesso in diretta streaming dalla biblioteca privata del Palazzo apostolico.

Parole chiave: papa francesco (782), angelus (22), coronavirus (934), pace (186), guerra (100)
Appello del Papa all'Angelus: di fronte all'avanzare del coronavirus "fermare ogni ostilità"

Fermare “ogni ostilità bellica”, perché “i conflitti non si risolvono attraverso la guerra” e il Covid-19 “non conosce frontiere”. E’ l’appello del Papa, al termine dell’Angelus trasmesso in diretta streaming dalla biblioteca privata del Palazzo apostolico. “Nei giorni scorsi – ha detto Francesco – il segretario generale delle Nazioni Unite ha lanciato un appello per un ‘cessate il fuoco globale e immediato in tutti gli angoli del mondo’, richiamando l’attuale emergenza per il Covid-19, che non conosce frontiere”. “Un appello al cessate il fuoco totale”; ha aggiunto a braccio. “Mi associo a quanti hanno accolto questo appello ed invito tutti a darvi seguito fermando ogni forma di ostilità bellica – l’appello – favorendo la creazione di corridoi per l’aiuto umanitario, l’apertura alla diplomazia, l’attenzione a chi si trova in situazione di più grande vulnerabilità”. “L’impegno congiunto contro la pandemia, possa portare tutti a riconoscere il nostro bisogno di rafforzare i legami fraterni come membri dell’unica famiglia umana”, l’auspicio del Papa: “In particolare, susciti nei responsabili delle nazioni e nelle altre parti in causa un rinnovato impegno al superamento delle rivalità. I conflitti non si risolvono attraverso la guerra! È necessario superare gli antagonismi e i contrasti, mediante il dialogo e una costruttiva ricerca della pace”.

Francesco ha poi rivolto un appello alle autorità, affinché prendano “misure necessarie per evitar tragedie future nelle carcer". In questo momento "il mio pensiero va in modo speciale a tutte le persone che patiscono la vulnerabilità di essere costretti a vivere in gruppo: case di riposo, caserme…”, le parole di Francesco: “In modo speciale vorrei menzionare le persone nelle carceri”. “Ho letto un appunto ufficiale della Commissione per i diritti umani – ha rivelato il Papa ancora a braccio – che parla del problema delle carceri sovraffollate che potrebbero diventare una tragedia”. “Chiedo alle autorità di essere sensibili a questo grave problema e di prendere le misure necessarie per evitare le tragedie future”, l’appello.

Fonte: Sir
Appello del Papa all'Angelus: di fronte all'avanzare del coronavirus "fermare ogni ostilità"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento