Chiesa
stampa

Azione cattolica: eletta la presidenza diocesana

La presidenza è composta da: Chiara Minato e Diego Favaro (Acr), Beatrice Vincenti e Giacomo De Zen (Giovani), Angela Fugazza e Marco Guidolin (Adulti). Riconfermate l’amministratrice Serena Nicolini e la segretaria Katia Colella. La Presidenza è completata dagli assistenti don Stefano Chioatto (generale), don Tiziano Rossetto (Adulti), don Paolo Slompo (Giovani e Acr), don Mario Da Ros (Movimento studenti).

Parole chiave: ac (416), azione cattolica (72), ac treviso (3)
Azione cattolica: eletta la presidenza diocesana

La vita dell’Azione cattolica è scandita dalle assemblee triennali elettive per il rinnovo dei responsabili. L’assemblea nazionale era prevista ad aprile ma ovviamente non ha potuto verificarsi e la presidenza nazionale precedente, in prorogatio, continuerà a prendersi cura dell’associazione fino alla possibilità di indire un incontro elettivo.

L’esplosione dell’epidemia ci ha sorpreso poco dopo la nomina dei 24 consiglieri e la successiva riconferma da parte del Vescovo della mia nomina per il triennio 2020-23.

Mancava solo l’ultimo passaggio per completare la Presidenza. Nel clima generale di “sospensione” tutta l’Ac si è chiesta come poter procedere. Per noi infatti la scelta democratica della nomina dei nostri responsabili non è un fatto prettamente burocratico. Il Progetto Formativo sottolinea che il carisma dell’Ac è comunitario: “L’esperienza associativa richiede attenzioni e cura perché conservi la carica umana e spirituale di incontro tra le persone, in una familiarità che tende alla comunione e in un coinvolgimento che tende alla corresponsabilità. La scelta democratica esprime questi orientamenti per costruire un’esperienza che nasca dal contributo di tutti e si avvalga della partecipazione di ciascun aderente. E’ una scelta di maturità ecclesiale e di corresponsabilità. Dice infatti che c’è un modo adulto dei laici di stare nella Chiesa e per questo si riconosce loro la possibilità di decidere l’indirizzo e il programma di vita associativa, alla luce del cammino della Chiesa universale e particolare”. Purtroppo è un aspetto poco compreso perché non tutti colgono che la scelta democratica dell’Ac è una conseguenza dell’insegnamento conciliare sulla responsabilità dei laici. Se i laici devono portare la responsabilità della propria associazione, devono essere capaci di assumere in prima persona la responsabilità delle proprie associazioni. La dimensione democratica ne è la traduzione concreta in termini di partecipazione e anche di scelte da compiere, scelte che toccano alle persone che aderiscono all’Ac. Quindi la dimensione democratica esprime partecipazione e coinvolgimento.

Alla comunicazione del rinvio dell’Assemblea nazionale è stato chiesto alle diocesi, di valutare la propria situazione ed eventualmente procedere con la fase elettiva garantendo “la segretezza del voto, che è un principio essenziale, e non solo formale, della nostra vita democratica, perché indice di delicatezza e rispetto per le persone, ma anche garanzia di libertà per tutti coloro che partecipano”. Il 5 maggio il Consiglio Ac di Treviso si è incontrato in videocollegamento e ha deciso di procedere; le operazioni di voto sono state espletate nel week end ed ora, finalmente, è costituita la Presidenza diocesana.

Gli eletti, oltre all’usuale “governance” dell’associazione dovranno chiedersi quali sfide questa situazione sta ponendo all’associazione, come l’Ac è chiamata, oggi, a non lasciare indietro nessuno. Questo è un tempo in cui domandarci come saremo chiamati ad accompagnare la difficile fase di ripresa: come aiutare le persone e le famiglie ad affrontare le difficoltà, come rielaborare insieme ciò che questa esperienza sta lasciando dentro la vita di ciascuno, della Chiesa e della società. Un incarico impegnativo per i neo eletti, che richiederà il coinvolgimento di tutti gli associati e la ricerca di alleanze e collaborazioni con altri enti che hanno a cuore l’uomo e le sue necessità.

La presidenza è composta da: Chiara Minato e Diego Favaro (Acr), Beatrice Vincenti e Giacomo De Zen (Giovani), Angela Fugazza e Marco Guidolin (Adulti). Riconfermate l’amministratrice Serena Nicolini e la segretaria Katia Colella. La Presidenza è completata dagli assistenti don Stefano Chioatto (generale), don Tiziano Rossetto (Adulti), don Paolo Slompo (Giovani e Acr), don Mario Da Ros (Movimento studenti).

Su ciascuno di noi chiedo il sostegno di ogni aderente e soprattutto l’accompagnamento di Maria Immacolata nostra patrona.

Tutti i diritti riservati
Azione cattolica: eletta la presidenza diocesana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento