Chiesa
stampa

Diocesi: per gli ucraini le offerte della Messa crismale e del 24 aprile

"In considerazione della situazione di emergenza della popolazione ucraina martoriata dalla guerra, il vescovo Michele ha disposto di sostenere questa finalità. Quanto raccolto verrà destinato a Caritas italiana che lo inoltrerà alla Caritas presente in Ucraina"

Parole chiave: messa crismale (8), offerte (7), ucraina (179), diocesi (475), treviso (2070)
Diocesi: per gli ucraini le offerte della Messa crismale e del 24 aprile

La diocesi di Treviso si mobilita per aiutare la popolazione ucraina che sta subendo le dure conseguenze della guerra. In questi giorni a tutti i sacerdoti e religiosi è giunta una lettera del vicario generale, mons. Giuliano Brugnotto, in cui sono spiegate le modalità di raccolta fondi e di vicinanza al popolo ucraino. “E’ tradizione degli ultimi anni che in occasione della Messa crismale si faccia una raccolta straordinaria da destinare a situazioni di particolare necessità - si legge nella lettera -. In considerazione della situazione di emergenza della popolazione ucraina martoriata dalla guerra, il vescovo Michele ha disposto di sostenere questa finalità. Quanto raccolto verrà destinato a Caritas italiana che lo inoltrerà alla Caritas presente in Ucraina.

Saranno coinvolte, poi, tutte le nostre comunità parrocchiali, la domenica dopo Pasqua : “Su proposta della Conferenza episcopale italiana, il Vescovo ha stabilito una giornata di raccolta fondi a favore dell’Ucraina in tutte le parrocchie, rettorie e santuari, nella domenica «in albis» 24 aprile, quale segno di solidarietà di tutti i credenti. In questa domenica i fratelli orientali e ortodossi celebreranno la Pasqua. Quanto raccolto va inviato entro il 10 maggio a Caritas Tarvisina che lo inoltrerà a Caritas italiana”.

Altri segni di vicinanza saranno l’invocazione predisposta per implorare il dono della pace che sarà inserita nella Preghiera universale dell’Azione liturgica del Venerdì santo.
A tutti noi giunge l’invito di “continuare la preghiera anche personalmente invocando l’aiuto di Maria Madre di tutti i cristiani e Regina della pace; l’ufficio liturgico e l’ufficio per l’ecumenismo hanno predisposto una preghiera sia da fare personalmente in chiesa presso l’altare della Madonna sia in famiglia. Vengono anche richiamate alcune attenzioni ecumeniche per l’ospitalità dei fratelli orientali non cattolici alle celebrazioni pasquali”.

“Tutte queste iniziative - conclude il Vicario generale - invitano a sviluppare e diffondere sempre di più in ogni comunità, mentalità, gesti e testimonianze di pace, contrastando con decisione l’egoismo e l’ingiustizia, l’indifferenza e l’odio. Ricordandoci sempre che la pace è insieme dono dall’alto e frutto di un impegno condiviso”.

Tutti i diritti riservati
Diocesi: per gli ucraini le offerte della Messa crismale e del 24 aprile
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento