Chiesa
stampa

Don Lorenzo Tasca accolto "in famiglia" a Misiones

“Benvenuto a casa tua! Che ti possa sentire in famiglia qui con noi!”. Il vescovo di San Juan Bautista de Las Misiones, Pedro Collar Noguera, ha accolto insieme ad alcuni sacerdoti, seminaristi e laici l’arrivo del nostro sacerdote diocesano nella missione in Paraguay.

Parole chiave: don lorenzo (7), misiones (2), paraguay (23), missione (31)
Don Lorenzo Tasca accolto "in famiglia" a Misiones

“Benvenuto a casa tua! Che ti possa sentire in famiglia qui con noi!”. Il vescovo di San Juan Bautista de Las Misiones, Pedro Collar Noguera, ha accolto insieme ad alcuni sacerdoti, seminaristi e laici l’arrivo di don Lorenzo Tasca nella missione in Paraguay, prima nella sua casa e poi con un pranzo in una famiglia vicina. Sono momenti di vita ecclesiale che la diocesi ha vissuto accogliendo il dono di un nuovo sacerdote, momenti sentiti e vissuti come espressione di vita familiare. La Chiesa è famiglia, è  chiamata a convertirsi in “casa” che accoglie, dove uno si sente bene, a suo agio, in cui le relazioni, meno istituzionali, siano più fraterne e umane. I primissimi giorni li abbiamo vissuti proprio accanto al vescovo Pedro, ai giovani seminaristi, ad alcuni laici e sacerdoti venuti a condividere il loro tempo e la loro vicinanza. Prima di avviarci verso “sud”, dove le parrocchie affidate ai fidei donum di Treviso ci attendevano, abbiamo vissuto una mattinata di dialogo fraterno, di conoscenza e scambio di vedute con mons. Collar e i suoi  collaboratori. Lì è emerso il cuore missionario della chiesa di Misiones y Neembucu, comunità che ripetutamente ringrazia, sinceramente ascolta, e con umiltà si interroga su come a sua volta possa essere “dono” alla Chiesa di Treviso. Ecco, il dono ricevuto di un nuovo sacerdote ha suscitato il desiderio di donarsi a sua volta. Così la chiesa di Misiones ha ascoltato anche le urgenze, le preoccupazioni, le paure, le sfide... della nostra Chiesa diocesana e non è rimasta indifferente. Si domanda come può condividere con noi queste preoccupazioni, come possa starci accanto come chiesa sorella, come aiutarci...
Don Lorenzo abiterà, nei primi mesi, nella casa del vescovo e dei suoi collaboratori. Avrà modo di conoscere da vicino la sua nuova famiglia, intessere relazioni e conoscere le persone che la compongono, imparare la loro lingua, conoscere la loro storia, ma soprattutto cominciare a condividere la stessa fede, sentirsi ridire e riannunciare in modo nuovo l’unico Vangelo di Gesù, farsi fratello in questa nuova famiglia in cui c’è un solo Padre, nel cielo, e nessuno è chiamato maestro perché tutti sanno di dover imparare da Gesù a mettersi in ascolto l’uno dall’altro. Benvenuto nella tua casa, don Lorenzo.

Tutti i diritti riservati
Don Lorenzo Tasca accolto "in famiglia" a Misiones
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento