Chiesa
stampa

E all'improvviso vedi fiorire un papavero

È bello poter accogliere ogni nuovo giorno, senza lasciarsi avvolgere dall'istintivo pensiero che potrebbe un giorno nero o un giorno da dimenticare. Lo Spirito che soffia dove vuole sa gettare semi di speranza ovunque.

Parole chiave: speranza (85), vita (75), gioia (11), fiore (9), annamaria feder piazza (2), bellezza (7)
E all'improvviso vedi fiorire un papavero

"Domani sarà bello di nuovo: nelle pieghe della mia vita io credo nascoste ancora tante, tante ore di armonia che non so dove siano in questo attimo oscuro, ma so che ci sono".

Anna Maria Feder Piazza (1933-1987) educatrice e figura di spicco dello scoutismo trevigiano, in questo suo scritto, dà voce a quella speranza inconfessata che ci portiamo dentro, anche se nascosta dagli eventi dolori e bui che possiamo attraversare. Le pieghe della vita sono come le fessure nell’asfalto: all'improvviso vi vedi fiorire un papavero. È bello poter accogliere così ogni nuovo giorno, senza lasciarsi avvolgere dall'istintivo pensiero che potrebbe un giorno nero o un giorno da dimenticare. Lo Spirito che soffia dove vuole sa gettare semi di speranza ovunque. Un incontro, un messaggio, una parola, una casualità, ti rivelano il gran mosaico della vita. Talora ti accorgerai che ci voleva uno sfondo scuro per percepire tutta la bellezza di un frammento di luce. Scrive ancora Anna Maria: “So che questo è quello che vale. Lodare Dio nella sua grandezza, bellezza, bontà...Avere la coscienza che ogni giorno è il più importante, ha un valore assoluto. Non so bene come dire, ma so che questa è l'avventura della gioia: Dio e noi nel suo sentiero, sempre fiduciosi, metro per metro”.

Tutti i diritti riservati
E all'improvviso vedi fiorire un papavero
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento