Chiesa
stampa

Elogio della leggerezza

Italo Calvino confessa che nel suo lavoro di scrittore “l'operazione è stata il più delle volte una sottrazione di peso”. E’ questa leggerezza che Gesù ci invita a ritrovare, se viviamo facendo a meno di tante cose che sembrano indispensabili, ma non lo sono.

Parole chiave: leggerezza (1), essenziaità (1), essenziale (2), italo calvino (2)
Elogio della leggerezza

"Prendete la vita con leggerezza, ma la leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall'alto. Non avere macigni nel cuore" (Italo Calvino).

L’autore di celebri romanzi e delle famose “Lezioni americane”, confessa che nel suo lavoro di scrittore “l'operazione è stata il più delle volte una sottrazione di peso”. E’ questa leggerezza che Gesù ci invita a ritrovare, se viviamo facendo a meno di tante cose che sembrano indispensabili, ma non lo sono. Sono, invece, solo un peso. Che altro è la “povertà” evangelica se non la libertà da tutto ciò che alla fine lasciamo qui? Perché, come dice papa Francesco: “Non si è mai visto il camion dei traslochi dietro un’auto funebre”.

Ma ci sono, poi, pesi, o “macigni nel cuore”, che sono dati dal rancore, dall'odio, dall'invidia... La persona "leggera" è la persona semplice, come è semplice un bicchiere d’acqua, ma quale ristoro quando ne incontri una. “Dio è semplice”, ripeteva spesso Madre Teresa di Calcutta. Cosa c'è che da più leggerezza nella vita se non l'accogliere Dio in essa? Dio non è mai ingombrante e tanto meno pesante...! Attenti a non renderlo noi ingombrante e pesante....

Tutti i diritti riservati
Elogio della leggerezza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento