Chiesa
stampa

Famiglie in festa: la gioia narrata e condivisa

Domenica 27 la Festa della famiglia e della vita si è svolta all’insegna della gioia. Nella quotidianità siamo chiamati a farci dono e ad accogliere il dono dell’altro, ha detto il vescovo Gardin nel corso dell'omelia.

Parole chiave: festa della famiglia. paderno (1), famiglie (92), diocesi treviso (161), gioia (5), vescovo gardin (175)
Famiglie in festa: la gioia narrata e condivisa

Domenica 27 la Festa della famiglia e della vita si è svolta all’insegna della gioia. Il clima di festa si è vissuto fin dai canti di accoglienza, per poi diffondersi nell’attenzione con cui le circa 300 famiglie presenti hanno ascoltato i tre interventi: Giulia e Nicolò, neo-sposi da pochi mesi, hanno espresso con semplicità, fede e speranza la letizia del loro amore nuziale; Agostina e Simone hanno donato con generosità e coraggio la loro storia di costruzione del loro amore, di tradimento e disgregazione, e poi di ricostruzione della loro relazione di coppia attraverso la gioia del perdono; Chiara e Riccardo con don Giovanni hanno aiutato tutti a riflettere con semplicità sulla reciprocità tra sposi e sacerdoti, tra sacramento del matrimonio e sacramento dell’ordine, aprendo prospettive pastorali potenzialmente molto generative.
Nell’omelia il Vescovo ha aiutato tutti a rileggere con sapienza e alla luce della Parola le esperienze ascoltate: “La diversità delle sensibilità, delle condizioni di vita, delle vocazioni, è la nostra ricchezza; è anche talvolta il nostro travaglio, ma san Paolo, attraverso la metafora delle diverse membra del corpo, ci suggerisce l’importanza di aprire lo sguardo ai diversi doni che ci sono nella vita. La terza testimonianza in questo senso è stata nuova, perché ha presentato l’incontro tra la diversità di vocazioni che, incontrandosi, si aiutano: abbiamo tutti bisogno dell’aiuto degli altri …”.
Il vescovo Gianfranco Agostino ha aiutato i partecipanti a collegare la narrazione dei fatti, che Luca dichiara all’inizio del suo Vangelo, con le narrazioni ascoltate nella mattinata: “Colpisce il fatto che il Vangelo non è un trattato teologico, una riflessione, ma è una narrazione; e la nostra fede si fonda sulla narrazione della nascita, della vita, della morte e della resurrezione di Gesù. Ma in fondo, la vostra vita di coppia, il vostro punto di partenza, non è stato una reciproca narrazione? Le narrazioni che abbiamo ascoltato stamattina ci hanno fatto bene, sono entrate nelle nostre vite; in particolare la seconda, sul perdono, è stata un dono semplice della propria esperienza, con le sue fatiche. Attraverso la narrazione entriamo una nella vita dell’altro. In fondo anche la fede è questo: accogliere nella storia della nostra vita la storia di Gesù, e sentirci accolti dalla sua storia”.
Una seconda cosa ha suggerito mons. Gardin: “Gesù ci dice nel Vangelo di oggi che è venuto per porsi accanto a chi ha bisogno… qualunque sia la nostra vocazione siamo chiamati a metterci accanto, a vivere insieme. Dice San Basilio: se sei da solo come farai ad imparare l’umiltà? Se sei da solo a chi laverai i piedi? Nella quotidianità siamo chiamati a farci dono e ad accogliere il dono dell’altro. Diceva Giulia nella sua lettera a Nicolò, suo giovane marito: «Non mi sei dovuto, sei un dono». La mia vita non ha il diritto di avere te che mi aiuti, ma riceve un dono. E ricevendo questo dono, desidero donarmi. È questa la santità. E la gioia è l’espressione di questo donarsi”.
In semplicità c’è stata, a conclusione della festa, la condivisione del pranzo e, nel pomeriggio, le danze popolari e i giochi in famiglia tra generazioni. La festa della famiglia e della vita anche quest’anno è stata un frutto gioioso della collaborazione di tante realtà (associazioni, centri, movimenti) che in diocesi hanno a cuore le famiglie. Giovedì 31 gennaio, poi, nella chiesa di San Francesco, a Treviso, si è vissuta la Veglia per la vita.

Tutti i diritti riservati
Famiglie in festa: la gioia narrata e condivisa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento