Chiesa
stampa

Gesù al primo posto e il posto giusto per tutto - XVI domenica del Tempo ordinario

L'accoglienza a Betania, nella casa di Marta, Maria e Lazzaro

Gesù al primo posto e il posto giusto per tutto - XVI domenica del Tempo ordinario

Che tra le due sorelle Marta e Maria ci fosse diversità di carattere e di comportamento, lo si nota in altre occasioni. Marta donna concreta e intraprendente, Maria più introversa, ma più disposta alla gratuità di chi sa dare il suo tempo, come pure spendere una cifra enorme per il profumo di nardo purissimo con cui ungere Gesù nella cena di Betania.
Il racconto dell’incomprensione tra le due sorelle rende ancor più significativa quella simpatia che Gesù dimostra di avere per quei fratelli di Betania. Dio non ci ama perché siamo perfetti e buoni, ma perché siamo suoi.
Troviamo Gesù in casa di questi fratelli poco dopo il racconto della parabola del Buon Samaritano. Tutto là si era concluso in una locanda dove l’uomo ferito avrebbe trovato le cure necessarie. Ora è Gesù, il vero buon samaritano, ad aver bisogno di una “locanda” per risposarsi con i suoi amici. Anche Dio conosce, nella sua piena umanità, la fatica e la stanchezza, e mendica l’«olio e il vino» di un’amicizia accogliente e rigenerante.
Quando arriva a Gerusalemme, Gesù sa che lì vicino c’è una casa di amici sempre pronti ad accoglierlo. Una famiglia… di fratelli, in cui pare che nessuno sia sposato e di cui uno è certamente segnato da una fragilità che lo porterà alla morte. Lazzaro infatti, che non parla mai, fa pensare alla presenza di un familiare infermo di cui le due sorelle si sono prese cura.
Marta balza subito nella scena come la vera padrona di casa. È lei, come in altre occasioni, che interviene per prima. Un intervento del resto sgradevole perché, mentre esprime il suo disappunto per il comportamento passivo della sorella, non si trattiene dal rinfacciare a Gesù la responsabilità che lui ha di non rimproverarla.
Istintivamente ci viene da parteggiare subito per Marta, perché sta prestando un servizio in quella casa, e i cristiani sanno che il “servizio” (diakonia) è una realtà preziosa nella vita di una comunità cristiana. Ma ad ascoltare con attenzione il racconto, ciò che esso rivela di Marta non è tanto il suo pur lodevole servizio, ma il modo sbagliato con cui lo vive: “tutta presa, affannata e agitata”.
E’ questo che Gesù rimprovera a Marta: il suo servizio l’ha condotta a dimenticare l’ospite da servire. Sembra più preoccupata della sua bella figura che di Gesù. Se Maria, invece, viene lodata perché “ha scelto la parte migliore”, non è perché se ne sta tranquilla mentre altri lavorano, ma per aver messo al primo posto l’ospite, accogliendolo non solo in casa, ma anche nella dimora di un cuore in ascolto.
Gesù non intende, perciò, contrapporre, come spesso si è fatto, lo stile di Marta a quello di Maria per affermare il primato di una vita contemplativa, che non si sporca con i problemi di ogni giorno, come se questa fosse la parte migliore rispetto a chi vive immerso nelle faccende quotidiane.
La “parte migliore” che Maria ha scelto, e che Gesù loda, non è la sua tranquillità, ma l’essere partita “con il piede giusto”. Maria scegliendo “la parte migliore” non ha scelto qualcosa da mettere vicino ad altre cose, ma ha scelto il tutto: ha scelto Gesù. E’ quanto aveva compreso il vescovo vietnamita Francesco Saverio van Thuan, riflettendo sulla fine di ogni sua attività pastorale, dal momento che avrebbe dovuto trascorre anni in una cella di isolamento. Una notte in prigione si disse: “Perché ti tormenti così? Tu devi distinguere tra le opere di Dio e Dio. Tutto ciò che hai compiuto è opera eccellente, sono opere di Dio, ma non sono Dio. Se Dio vuole che tu abbandoni tutto, fallo subito e abbi fiducia in Lui… Tu hai scelto Dio, non le opere di Dio”.
Quando Gesù è al primo posto, quando, come scrive san Benedetto, non si antepone nulla all’amore di Cristo, tutto trova il suo giusto posto. 

Tutti i diritti riservati
Gesù al primo posto e il posto giusto per tutto - XVI domenica del Tempo ordinario
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento