Chiesa
stampa

Il card. Parolin stamani a Grafica Veneta

Lavoro, siccità e paesaggio i temi centrali toccati dal cardinale Pietro Parolin, in visita lunedì 28 a Grafica Veneta, la stamperia di Trebaseleghe che ha ospitato autorità locali e regionali in occasione della presentazione della pubblicazione ‘I Papi in Cadore’ dedicato ai pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI che hanno accolto l’invito del Vescovo di Treviso per trascorrere nella casa del Seminario trevigiano a Lorenzago le loro vacanze (sei volte papa Woityla, una volta papa Benedetto XVI).

Il card. Parolin stamani a Grafica Veneta

Durante l’evento il Segretario di Stato ha avuto modo di incontrare i dipendenti di Grafica Veneta insieme al patron Fabio Franceschi. Nel suo discorso rivolto ai collaboratori ha ricordato l’importanza di avere un’occupazione, che significa impegno e realizzazione personale - ha detto - e girando per questa realtà industriale del nord est dal carattere familiare si percepisce un grande senso di comunità anche tra religioni diverse. Particolare questo sottolineato nell’intonare il Padre Nostro prima della benedizione alle maestranze per il quale ha chiesto il rispetto per le differenti fedi praticate. Grafica Veneta - ha annunciato Franceschi -  ha intrapreso una nuova campagna per la scolarizzazione in Libia. L’Africa è l’ultima terra di sviluppo dello stabilimento padovano che dopo gli elenchi telefonici, i dizionari medici e i testi religiosi si sta posizionando anche con la narrativa. Un continente sorprendente - ha spiegato - che si approccia alla lettura con riguardo e curiosità perché la cultura può cambiare il destino di un popolo”. Alla bellezza del creato ha fatto riferimento il cardinale Parolin, davanti ad una platea di 200 persone. La natura vinta dai cambiamenti climatici e dal surriscaldamento globale sono fenomeni acuiti dall’egoismo dell’uomo - ha spiegato -. Le conseguenze dell’inquinamento e dello sfruttamento intensivo delle risorse provocano uno squilibrio ambientale che avvelena non solo l’atmosfera, ma anche i rapporti umani. L’estate di quest’anno - ha rivelato  - con la prolungata assenza di piogge ha danneggiato l’agricoltura, inaridito il suolo e compromesso la biodiversità. “Quanto dolore provoca nelle nostre coscienze vedere le scene degli incendi che devastano il patrimonio boschivo?”. Un appello, dunque, rivolto a tutti affinché l’essere umano non rovini anche le cose più belle che gli sono state affidate. Un pensiero è stato rivolto a papa Albino Luciani per il quale è in corso la causa di beatificazione.

"Quanta verità nelle parole del cardinale Pietro Parolin". Il primo ad accogliere l'appello del Segretario di Stato di Papa Francesco è Martino Cerantola, presidente di Coldiretti Veneto oggi in Grafica Veneta per la presentazione del libro 'I Papi in Cadore' edito da TreVenezie. Riferendosi alla bellezza delle Dolomiti scelte come luogo di vacanza per la prima volta nella storia prima da Giovanni Paolo II e poi da Benedetto XVI  - commenta Cerantola - monsignor Parolin ha evidenziato la responsabilità di un atteggiamento egoistico dell'uomo nei confronti del Creato. Nel sottolineare il dolore per gli incendi boschivi, la preoccupazione per lo sfruttamento del suolo e delle risorse naturali ci ha richiamato al ruolo di imprenditori agricoli sentinelle del territorio e custodi di un patrimonio fruibile a tutti. Le buone prassi con cui l'agricoltore svolge il suo lavoro non bastano a tutelare un bene così importante - ha avuto modo di dire Cerantola a margine dell'incontro - occorre una coscienza comune e uno stile di vita legato al risparmio idrico, al consumo di prodotti stagionali e all'antispreco energetico. Gran parte dei progetti di Coldiretti guardano in questa direzione affinché le parole di papa Francesco siano radicate nella mentalità di ognuno: "Considerare la creazione non come un oggetto da sfruttate a proprio piacimento, ma come un valore universale da difendere".

 
 
 

Fonte: Comunicato stampa
Il card. Parolin stamani a Grafica Veneta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento