Chiesa
stampa

Il presbiterio riunito per la prima volta dopo oltre due anni. "Il miracolo dell'olio unisce tutti a Cristo e tra di noi"

“E’ dal 6 ottobre 2019 che non siamo così numerosi, con tutto il presbiterio riunito nella cattedrale della nostra diocesi. Non pensavo potesse essere così commovente”: con queste parole il vescovo Michele Tomasi questa mattina ha salutato i presenti alla Messa del Crisma nel Giovedì santo.

Parole chiave: messa crisma (9), cattedrale (68), giovedì santo (20), vescovo michele (132), michele tomasi (141), sacerdoti (98), triduo pasquale (20)
Il presbiterio riunito per la prima volta dopo oltre due anni. "Il miracolo dell'olio unisce tutti a Cristo e tra di noi"

“E’ dal 6 ottobre 2019 che non siamo così numerosi, con tutto il presbiterio riunito nella cattedrale della nostra diocesi. Non pensavo potesse essere così commovente”: con queste parole il vescovo Michele Tomasi questa mattina ha salutato i presenti alla Messa del Crisma nel Giovedì santo. Dopo le restrizioni dovute alla pandemia, era la prima volta, infatti, che tutti i sacerdoti diocesani, i religiosi e i sacerdoti di altri Paesi che prestano servizio nelle nostre comunità si ritrovavano insieme, a concelebrare in questa importante occasione, che li ha visti rinnovare le loro promesse sacerdotali. Una celebrazione nella quale il Vescovo ha consacrato l’olio chiamato “crisma” e benedetto l’olio dei catecumeni e degli infermi.

Prima dell’inizio della messa la colletta che viene fatta, da tradizione: una raccolta straordinaria da destinare a situazioni di particolare necessità. In considerazione della situazione di emergenza della popolazione ucraina martoriata dalla guerra, il vescovo Michele ha disposto di sostenere questa finalità. Quanto raccolto verrà destinato a Caritas Italiana, che lo inoltrerà alla Caritas presente in Ucraina.

Il Vescovo all’inizio della celebrazione ha ringraziato per la loro presenza i vescovi emeriti di Treviso, Paolo Magnani e Gianfranco Agostino Gardin, mons. Alberto Bottari De Castello (già arcivescovo titolare di Oderzo e Nunzio apostolico emerito in Ungheria) e mons. Cesare Bonivento (Pime, già vescovo di Vanimo, in Papua Nuova Guinea).

Il saluto del Vescovo, oltre ai confratelli presbiteri, ai religiosi e alle religiose, è andato a tutti i fratelli e le sorelle in Cristo, in particolare ai membri del Consiglio pastorale diocesano, che è stato invitato in modo particolare.  “Siamo, insieme, la Chiesa di Dio riunita, siamo popolo di Dio in cammino”. Mons. Tomasi ha rivolto un saluto anche ai sacerdoti, religiosi e laici “fidei donum” in missione, ai sacerdoti ammalati, a quelli della Casa del clero e, tra loro, a mons. Angelo Daniel, vescovo emerito di Chioggia, e a tutti coloro che seguivano la celebrazione in diretta streaming da casa: “Celebriamo insieme questa Eucaristia, grati al Signore per il dono che Lui ci fa di essere suoi discepoli”.

L’omelia di mons. Tomasi ha avuto al centro il tema del “miracolo dell’olio”. Il Vescovo ha invitato ciascuno a “custodire, carissimi fratelli e sorelle, per tutto l’anno a venire il buon profumo di quest’olio. Il buon profumo della vita di Dio che si dona a tutti noi. Il buon profumo delle relazioni nel popolo di Dio che ci facciano gioire profondamente dell’amore fraterno, olio che scende sul nostro capo. Il buon profumo da spargere in un mondo altrimenti troppo triste, sfiduciato, e grigio. L’olio del Cristo accenderà anche la fiamma delle nostre lampade, e avremo luce sul nostro cammino insieme, luce di vita per le strade del mondo e del tempo, per ogni uomo e ogni donna che incontreremo, per una speranza che non delude”.

Tutti i diritti riservati
Il presbiterio riunito per la prima volta dopo oltre due anni. "Il miracolo dell'olio unisce tutti a Cristo e tra di noi"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento