Chiesa
stampa

Il segreto della felicità: tenerci "stretta" la vita

Che cosa ci manca per essere felici? Forse la fiducia di prendere ogni giorno in sposa la nostra vita, anche se non capiamo, o sempre non ci piace, ciò che vi accade. Su questo ci è di esempio Giuseppe di Nazareth, che seppe accogliere l’invito dell’angelo del Signore: “Non temere di prendere con te Maria come tua sposa!”.

Parole chiave: vita (61), felicità (4), buongiorno di speranza (165)
Il segreto della felicità: tenerci "stretta" la vita

“Nati senza il nostro placet, la vita che Dio ci ha donato, come un cagnolino ci scodinzola attorno chiedendoci mille volte: mi prendi? Dai! Dimmi di sì” (don Fabio Rosini). E’ stato rilevato che il piccolo stato del Bhutan, uno dei più poveri dell’Asia, è anche la nazione più felice del continente. Se il suo Pil (prodotto interno lordo) è molto basso, molto alto invece è il suo indice Fil (felicità interna lorda)! Quante volte sentiamo ricordare che un tempo si era più poveri ma più felici. Al di là di certa idealizzazione del passato, questo è ciò che tante volte constatiamo incontrando situazioni di vita, personale o comunitaria, segnate da fragilità, privazioni, ma capaci di sprigionare serenità e gioia. Che cosa ci manca per essere felici? Forse la fiducia di prendere ogni giorno in sposa la nostra vita, anche se non capiamo, o sempre non ci piace, ciò che vi accade. Su questo ci è di esempio Giuseppe di Nazareth, che seppe accogliere l’invito dell’angelo del Signore: “Non temere di prendere con te Maria come tua sposa!”. Chissà cosa potrebbe nascere di veramente di bello nella nostra vita se sapessimo accoglierla così com’è! “Per quanto complessa e assurda ci sembri la vita è perfetta... E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta...”. (F. Mannoia)

Tutti i diritti riservati
Il segreto della felicità: tenerci "stretta" la vita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento