Chiesa
stampa

La preghiera dei malati per sostenere la Chiesa

La giornata mondiale del malato ha visto convergere, martedì 11 febbraio, nella basilica della Madonna Grande di Treviso, molti fedeli.

Parole chiave: malato (7), ammalati (5), giornata (146), diocesi (301)
La preghiera dei malati per sostenere la Chiesa

La giornata mondiale del malato ha visto convergere, martedì 11 febbraio, nella basilica della Madonna Grande di Treviso, molti fedeli, tra cui infermi e tanti volontari e operatori della salute. Nella celebrazione eucaristia il vescovo Gianfranco Agostino, facendo eco alle parole di papa Francesco, ha sottolineato come la nostra tenerezza nei confronti di chi soffre diventa per loro segno tangibile della carezza di Dio. Il dolore, ha ricordato ancora il Vescovo, non ha valore in sé, ma è assunto da Gesù come luogo di solidarietà con ogni nostra sofferenza. La giornata dell'11 febbraio non poteva non far rivivere il ricordo di quanto esattamente un anno fa accadeva in quel giorno: la rinuncia al ministero petrino di Benedetto XVI. Forse non a caso il papa ha scelto quella data, quasi a ricordare che se le forze vengono meno rimane sempre la possibilità di un dono di preghiera per sostenere la chiesa, un dono che proprio i sofferenti possono offrire in modo tutto particolare. La celebrazione sì è conclusa con l'atto di affidamento dei malati alla Vergine Maria pronunciato dal Vescovo. Non poteva poi mancare quel segno che caratterizza soprattutto le sere di Lourdes: l'accensione delle candele con il canto di “E' l'ora che pia”. E se a taluni ciò può apparire un po' troppo devozionale non dimentichiamo quanto ci ha detto papa Francesco nella “Evangelii Gaudium”: “Penso alla fede tanto carica di speranza diffusa con una candela che si accende per chiedere aiuto a Maria” (125).

Al termine della celebrazione, nel chiostro del santuario, un momento conviviale ha riunito ancora le persone per una scambio di saluti.

Media

Giornata-malato9
La preghiera dei malati per sostenere la Chiesa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento