Chiesa
stampa

La sorprendente e provvidente azione di Dio

L'azione di Dio è sorprendente. Non c'è ostacolo che possa impedirla e talora proprio gli ostacoli diventano mezzi insperati con cui Dio realizza ciò che avevamo in cuore.

Parole chiave: provvidenza (1), buongiorno di speranza (94)
La sorprendente e provvidente azione di Dio

“Se un'anima ha bisogno di un determinato consigliere che le dica le parole necessarie, Dio farà venire quell'uomo dall'altra estremità del mondo. Spianerà davanti a lui le montagne, calmerà i flutti del mare. L'anima che ha bisogno di quel soccorso non sarà delusa nella sua aspettativa, anche se per accontentarla occorresse sconvolgere l'universo”. A qualcuno sembrerà eccessiva la fiducia che il padre Schryvers riservava all’azione provvidente di Dio, che non fa mancare la luce necessaria per affrontare le situazioni della vita, soprattutto quelle dove tocchiamo con mano la nostra inadeguatezza. Eppure chi non può dire che in un momento particolare della propria vita è accaduto qualcosa, magari di apparentemente insignificante, che ha modificato il corso degli eventi? E questo proprio nella direzione che si avvertiva essere la più nostra, quella che ci avrebbe reso più felici. L'azione di Dio è sorprendente. Non c'è ostacolo che possa impedirla e talora proprio gli ostacoli diventano mezzi insperati con cui Dio realizza ciò che avevamo in cuore. Senza la sosta forzata per motivi di salute, non avremmo forse san Francesco d'Assisi e sant'Ignazio di Loyola. Le letture, le riflessioni di quei momenti hanno trasformato la loro vita. Se la malaria non avesse colpito il frate portoghese Antonio da Lisbona, mentre andava ad evangelizzare i mussulmani, e se la nave che doveva ricondurlo in patria non avesse fatto naufragio sulle coste della Sicilia, non avremmo avuto Sant’Antonio di Padova. Se nella sua inquieta ricerca di verità il grande poeta e docente di letteratura, Clemente Rebora, non si fosse imbattuto negli Atti dei martiri Scillitani, non sarebbe arrivato alla fede e al sacerdozio. Così Roger Schutz, un giovane svizzero di fede protestante, desideroso d'iniziare un'esperienza di vita monastica, la prima dopo Lutero, non avrebbe dato il via alla comunità ecumenica di Taizé se non si fosse fermato in quel piccolo villaggio francese dove una donna anziana, conosciuta la sua intenzione, pronunciò parole che segnarono la sua vita: “Si fermi qui, siamo così soli e così poveri”. “Anima mia, abbandonati in Dio...è buono, è sapiente, è potente” (p. Schryvers)

Tutti i diritti riservati
La sorprendente e provvidente azione di Dio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento