Chiesa
stampa

Lazzaro, stava alla sua porta - XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Scuola del Veronese (Benedetto Caliari) “Lazzaro e il ricco Epulone” 1574, Episcopio, Treviso

Lazzaro, stava alla sua porta - XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Lazzaro giace disteso, sulla soglia, con la mano tesa verso la tavola del ricco bramandone le briciole, in una distanza che appare incolmabile. Sembra che solo due mastini, inaspettati consolatori, abbiano compassione per colui che “Dio soccorre”. Presto gli angeli raccoglieranno la sua vita e le loro sorti si rovesceranno. Apri Signore i nostri sensi all’ascolto, affinché possiamo riconoscere i tanti “Lazzaro” che giacciono alle nostre porte: soglie di ingresso al Regno di Dio.Scuola del Veronese (Benedetto Caliari) “Lazzaro e il ricco Epulone” 1574, Episcopio, Treviso

Tutti i diritti riservati
Lazzaro, stava alla sua porta - XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento