Chiesa
stampa

Parrocchie aperte: il racconto a più voci del Sir

Dare la parola ai parroci e ai diaconi d’Italia. Con l’hashtag #ParrocchieAperte, l'agenzia Sir, cui fanno riferimento i settimanali diocesani e dunque anche la Vita del popolo, ha avviato ieri un racconto a più voci dalle parrocchie italiane in risposta alla richiesta di Papa Francesco.

Parole chiave: parrocchieaperte (1), agenzia sir (2), sir (72), papa francesco (780)
Parrocchie aperte: il racconto a più voci del Sir

Dare la parola ai parroci e ai diaconi d’Italia. Con l’hashtag #ParrocchieAperte, l'agenzia Sir, cui fanno riferimento i settimanali diocesani e dunque anche la Vita del popolo, ha avviato ieri un racconto a più voci dalle parrocchie italiane in risposta alla richiesta di Papa Francesco, che nella messa di domenica per il Giubileo dei diaconi ha affermato: “A me fa male al cuore quando vedo un orario, nelle parrocchie: ‘Dalla tal ora alla tal ora’. E poi? Non c’è porta aperta, non c’è prete, non c’è diacono, non c’è laico che riceva la gente… Questo fa male. Trascurare [andare oltre] gli orari: avere questo coraggio, di trascurare [andare oltre] gli orari. Così, cari diaconi, vivendo nella disponibilità, il vostro servizio sarà privo di ogni tornaconto ed evangelicamente fecondo”.

Tante le testimonianze finora raccolte, da Siracusa a Torino, da Rossano a Milano, da Taranto a Genova passando per Roma, Bologna, Cosenza, Cremona, Reggio Calabria, Campobasso, Chieti, Padova, Venezia, Como. Chiunque volesse contribuire con l’esperienza della propria parrocchia, può farlo inviando un breve testo (1.500 caratteri) alla mail sir@agensir.it o contattando il Sir tramite social network (https://twitter.com/agensir e https://www.facebook.com/AgenSIR/).

Fonte: Sir
Parrocchie aperte: il racconto a più voci del Sir
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento