Chiesa
stampa

San Liberale: in cattedrale la celebrazione per il patrono

La messa solenne sabato 27 aprile alle ore 10 sarà presieduta dal vescovo, mons. Gianfranco Agostino Gardin. Domenica il tradizionale concerto.

Parole chiave: san liberale (16), cattedrale (52), vescovo gardin (182), diocesi treviso (165)
San Liberale: in cattedrale la celebrazione per il patrono

Sabato 27 aprile alle ore 10 in Cattedrale, il Vescovo mons. Gianfranco Agostino Gardin, presiederà la Liturgia eucaristica nella Solennità di San Liberale, patrono della Città e della Diocesi. Concelebreranno i vescovi mons. Alberto Bottari De Castello, già Nunzio Apostolico in Ungheria, e il vescovo emerito di Treviso mons. Paolo Magnani.
Sono invitati il Presidente e i membri del Capitolo della Cattedrale, il Vicario generale, l’Arciprete parroco, il rettore del Seminario, i vicari foranei, i parroci delle parrocchie situate nel Comune di Treviso, il Seminario Maggiore e i religiosi presenti in Città.
Prenderanno parte alla Celebrazione gli adulti di Terza Età dell’Azione cattolica trevigiana per il tradizionale pellegrinaggio, gli aderenti all’Apostolato della Preghiera, che festeggiano l’anniversario della fondazione, e le autorità civili e militari. I presbiteri che desiderano concelebrare si presentino per tempo in sagrestia muniti di camice e stola bianca.

Il concerto

Domenica 28 aprile alle ore 17, nell’ambito dei festeggiamenti per San Liberale, Patrono della Città e Diocesi di Treviso, avrà luogo nella Cattedrale di Treviso il tradizionale Concerto di San Liberale, che da molti anni contribuisce a esaltare, anche attraverso il linguaggio della musica, la dimensione spirituale di questo Santo locale.

Protagonisti del concerto, promosso dal Capitolo dei Canonici della Cattedrale, saranno l’organista Roberto Padoin, titolare dello storico organo del Duomo di Serravalle (Vittorio Veneto) e il coro “Una Voce” di Martellago, diretto da Monica Barbiero. Il programma corale e organistico sottolineerà due elementi connessi con la festa di San Liberale: il legame con la tradizione musicale del territorio trevigiano e più in generale veneto, con la presenza di compositori antichi (il veronese Matteo Asola, maestro di cappella della Cattedrale di Treviso nel 1577-78 e i veneziani Andrea Gabrieli e Tomaso Albinoni) e autori moderni (Gianmartino Durighello e Michele Pozzobon, quest’ultimo direttore attuale del coro della Cattedrale); e poi la tematica pasquale, dal momento che la ricorrenza del Patrono si colloca nelle settimane successive alla Pasqua.

Roberto Padoin, docente al Conservatorio di Venezia, è attivo non solo come concertista d’organo, ma anche come direttore dell’orchestra da camera Accademia Veneta, ed è inoltre apprezzato compositore di musica corale.

Il coro polifonico Una Voce è nato nel settembre 1987 a Olmo di Maerne, sotto la guida di Monica Barbiero, diplomata in Organo, Didattica della musica e Prepolifonia, ed è costituito da una trentina di coristi. Il suo repertorio spazia dalla polifonia sacra a quella profana, con particolare interesse per la musica rinascimentale e per la musica contemporanea.

Di particolare significato la partecipazione all’Oratorio «Passio Domini Nostri Jesu Christi» di don Mansueto Viezzer, sacerdote compositore di Pieve di Soligo, eseguito nel 2018 con l’orchestra Janus diretta da Carlo Rebeschini nella città natale dell’autore. Nel 2010 il coro ha vinto il 2º premio al «Concorso Nazionale per Scholae Cantorum Enrico Martignon» a Caltana; ha cantato in occasione della visita di papa Benedetto XVI a Venezia, nel maggio del 2011.

Tutti i diritti riservati
San Liberale: in cattedrale la celebrazione per il patrono
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento