Chiesa
stampa

Santità eucaristica trevigiana/3: suor Bertilla Boscardin

Dal 15 al 18 settembre si terrà a Genova il Congresso eucaristico nazionale. Ricordiamo una figura al giorno di trevigiani che hanno vissuto l'amore eucaristico e dall'Eucaristia sono stati trasformati. Dopo San Pio X, il beato vescovo Andrea Giacinto Longhin e Lucia Schiavinato, ricordiamo suor Bertilla Boscardin

Santità eucaristica trevigiana/3: suor Bertilla Boscardin

L’amore per L’Eucaristia, che l’evento di Genova vuole evidenziare, si esprime, più che in riti, in esistenze eucaristiche. La Comunione con il Cristo sa trasformare la nostra vita a imitazione della sua: una vita donata. E’ significativo allora far memoria, nella recente storia della nostra Chiesa diocesana, di alcuni testimoni della fede che ancora ci interpellano con la loro santità eucaristica. Dopo San Pio X, il beato vescovo Andrea Giacinto Longhin e Lucia Schiavinato, ricordiamo suor Bertilla Boscardin

Suor Bertilla Boscardin
Anche un’umile suora infermiera visse nel raggio d’azione del Vescovo Longhin: suor Maria Bertilla Boscardin. Non eccelleva per doti culturali o per particolari progetti assistenziali, ma fu luce di misericordia nei luoghi della sofferenza  e nel tempo della grande tragedia della prima guerra mondiale. Santa Bertilla nasceva nel 1888, l’anno stesso in cui moriva il fondatore del suo Istituto: mons. Giovanni Antonio Farina, già vescovo di Treviso, che consacrò sacerdote Giuseppe Sarto, futuro Pio X. L’amore all’Eucaristia aveva già trovato nel vescovo Farina un ardente testimone. “Comunione frequente, comunione frequente!” era il suo caldo invito ancor prima delle disposizioni di Pio X in tal merito. Bertilla, cresciuta dentro questa fede eucaristica trovava nella presenza reale del Signore la forza per farsi presente con il dono totale di sé alle persone sofferenti. Si ricorda quando dovette rimanere per più tempo nel reparto delle malattie infettive, senza uscire per partecipare alla Messa; chiese allora al vescovo Longhin, di passaggio in ospedale, il permesso di conservare l’Eucaristia nel reparto, cosa non facile a quel tempo.

Santità eucaristica trevigiana/3: suor Bertilla Boscardin
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento