Chiesa
stampa

Trasformare le frontiere in soglie: al "Dies academicus" si parla di ospitalità sacra

Il domenicano padre Monge ospite mercoledì 21 novembre del Seminario vescovile di Treviso, in occasione del “Dies academicus” che segna l’inizio dell’anno per lo Studio Teologico interdiocesano di Treviso e Vittorio Veneto, la Scuola di Formazione teologica della Diocesi di Treviso e l’Istituto superiore di Scienze religiose “Giovanni Paolo I”. Giovedì 22 il teologo Theobald alla Facoltà teologica di Padova

Trasformare le frontiere in soglie: al "Dies academicus" si parla di ospitalità sacra

Si apre la settimana prossima l’anno accademico sia per la Facoltà teologica del Triveneto, con sede a Padova, che per gli Studi teologici affiliati e gli Istituti di Scienze religiose in rete.
“Ospitalità sacra. La rivoluzionaria trasformazione delle frontiere in soglie” è il suggestivo tema affidato alla riflessione del domenicano padre Claudio Monge (nella foto a destra), teologo delle Religioni, ospite mercoledì 21 novembre del Seminario vescovile di Treviso, in occasione del “Dies academicus” che segna l’inizio dell’anno accademico 2018-2019 per lo Studio Teologico interdiocesano di Treviso e Vittorio Veneto, la Scuola di Formazione teologica della Diocesi di Treviso e l’Istituto superiore di Scienze religiose “Giovanni Paolo I” - Veneto Orientale. L’inizio della serata è alle ore 18 in sala Longhin. Dopo il saluto delle autorità accademiche, la prolusione di p. Monge sull’ospitalità. Per conoscere una religione e per poterne parlare, bisogna condividere la vita di coloro che credono, e questa condivisione di vita si chiama ospitalità, dimensione fondamentale nell’orizzonte cristiano ma, evidentemente, non un’esclusiva di esso. La figura del patriarca Abramo ha avuto un’innegabile influenza nella tradizione biblica, nella tradizione ebraica posteriore e nella teologia musulmana. Proprio quando si è stranieri si può ravvivare un’identità che si arricchisce in un incontro, che è celebrazione di un’incarnazione che si deve rinnovare nel quotidiano. Un Dio che si rivela è necessariamente ospitale, perché coglie la sfida del comunicarsi e, cioè, di rendersi comprensibile agli uomini.
Seguiranno la consegna dei diplomi, il buffet e la serata musicale nella chiesa Immacolata, “Fra tradizione e accoglienza del nuovo”, con l’Ensemble Chiostro Armonico, diretto da Luis Lanzarini.

Il teologo Theobald alla Facoltà teologica di Padova

Il giorno dopo, giovedì 22 novembre, con inizio alle ore 10, nell’aula magna della Facoltà Teologica del Triveneto a Padova, si svolgerà il “Dies academicus” con cui si inaugura il 14° anno di attività della Facoltà.
A tenere la prolusione sarà un teologo fra i più significativi nell’attuale panorama internazionale: il prof. Christoph Theobald, docente di Teologia fondamentale e dogmatica al Centre Sèvres di Parigi; il teologo gesuita svilupperà il tema “Dialogo e autorità tra società e Chiesa”. Il Dies academicus inizierà alle ore 10 con i saluti e gli interventi di mons. Claudio Cipolla, vescovo di Padova e vice gran cancelliere della Facoltà, e di mons. Francesco Moraglia, patriarca di Venezia e gran cancelliere della Facoltà; il preside della Facoltà, prof. Roberto Tommasi, proporrà la relazione annuale sulla vita della Facoltà. Seguirà la prolusione.
L’ingresso al “Dies” è libero – fino a esaurimento dei posti – segnalando la partecipazione allo 049-664116 o inviando una mail a segreteria@fttr.it
Nel pomeriggio del 22 novembre il prof. Theobald terrà un incontro seminariale riservato ai docenti della Facoltà – sede di Padova e Istituti in rete. Al centro del dialogo saranno gli impulsi che il Proemio della costituzione di papa Francesco Veritatis gaudium circa le Università e le Facoltà ecclesiastiche offre per la vita degli Istituti teologici e di scienze religiose e, più ampiamente, alla riflessione teologica.

Trasformare le frontiere in soglie: al "Dies academicus" si parla di ospitalità sacra
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento