Chiesa
stampa

Veglia per le vocazioni accompagnati da fratel Charles e suor Bertilla: sabato 21 a San Francesco

Durante il momento di preghiera presieduto dal Vescovo, ci sarà l'invio missionario di don Riccardo De Biasi

Veglia per le vocazioni accompagnati da fratel Charles e suor Bertilla: sabato 21 a San Francesco

Fratelli tutti, scriveva San Francesco d’Assisi per rivolgersi a tutti i fratelli e le sorelle e proporre loro una forma di vita dal sapore di Vangelo”. Così inizia papa Francesco la sua enciclica sulla fraternità proponendo la fraternità e la solidarietà fra le persone come vocazione comune. Cosa vuol dire? Semplicemente che possiamo fare esperienza di Dio, che è Trinità, riconoscendolo nel volto degli altri e annunciandolo nella bellezza di una vita costruita sulla fraternità e la condivisione di gioie e sogni, domande e preoccupazioni.

Su questo ideale di chiamata e fraternità si svolgerà la veglia di preghiera per le vocazioni, sabato 21 maggio 2022 alle 20.30 nella Chiesa di San Francesco, insieme al nostro vescovo Michele. Questa veglia, promossa dal Centro diocesano vocazioni e dell’ufficio di Pastorale giovanile, è l’opportunità di annunciare l’Amore del Signore che chiama ciascuno in particolare a costruire qualcosa di buono, a edificare il Regno di Dio.

La veglia inizierà con il fare memoria del nostro Battesimo con il rito di aspersione per rinnovare in noi i prodigi della Redenzione e farci diventare, con l’aiuto dello Spirito Santo, testimoni della Pasqua.

Dopo l’approfondimento della Parola con il vescovo Michele, conosceremo un po’ più da vicino due testimoni che hanno risposto, in modalità diversissima, allo Sguardo amoroso di Dio che li ha attratti: Charles de Foucauld e Bertilla Boscardin.

In una lettera di Charles alla sua cugina leggiamo: “La mia piccola dimora si chiama “la fraternità del Sacro Cuore di Gesù”…Voglio abituare tutti gli abitanti, cristiani, musulmani, ebrei e idolatri, a considerarmi come loro fratello, il fratello universale…”.

Bertilla Boscardin, grande nella sua umiltà e solare nel suo nascondimento, dice al mondo che nessuna persona è esclusa dall’essere riconosciuta come unica e preziosa agli occhi di Dio. Scrive nel suo diario spirituale: “Io sono una povera ignorante, ma credo tutto ciò che insegna la Chiesa” scrive nel suo diario.

Durante la veglia vocazionale ci sarà anche l’invio come fidei donum di don Riccardo De Biasi, che inizierà la sua missione in Ciad.

Cristo ha fondato la Chiesa per essere lo strumento al servizio del Regno, il sacramento del Regno. Allora la strategia non può essere altra che testimoniare i valori del Regno di Dio. Vivere da cristiano, testimoniando con la vita la verità, l’amore, la giustizia, la libertà, la pace.

Veglia per le vocazioni accompagnati da fratel Charles e suor Bertilla: sabato 21 a San Francesco
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento