Cultura e Spettacoli

Sabato 22 e domenica 23 settembre lungo i 189 km del percorso che unisce Santa Lucia di Piave (Treviso) e Chiampo (Vicenza), rispettivamente terra natale e tappa finale della vita di fra' Claudio (1900-1947), beatificato da papa Giovanni Paolo II nel 1994.

Aperto ogni giovedì dalle ore 15 alle 18 nel Centro comunitario Don Giorgio di via Ronzinella,  offrirà contesti di incontro, conoscenza e collaborazione, promuoverà l’aggregazione formale e informale, per rispondere ai problemi sentiti valorizzando le capacità delle famiglie stesse.

"Vogliamo fornire alle aziende, profili professionali di cui le imprese sono alla ricerca per affrontare le sfide della nuova economia – afferma il Presidente Pozza –. A ciascun studente che non può spostarsi in una sede universitaria per motivi di lavoro, per una disabilità, per scelta, vogliamo offrire la possibilità di un’università telematica, snella ed efficiente".

Iniziato da pochi giorni, il progetto di restauro quest’anno concluderà il lavoro sul Ciclo dei Domenicani illustri, dipinto nel 1352, e si concentrerà sulla straordinaria Crocifissione tardoduecentesca e sul recupero delle preziose tavolette lignee dipinte che ornano gli spazi tra gli innesti delle travi del soffitto medievale. Presenti all'incontro il vicario generale, il rettore e il sindaco

Tornano in Seminario a Treviso gli studenti della Scuola di Alta Formazione e Studio per il restauro. Dopo i Domenicani illustri, al centro del recupero quest’anno c’è la grande Crocifissione.

Il documentario, progetto di sensibilizzazione e promozione sociale, ideato da Fondazione Oltre il Labirinto, scritto e diretto da Giacomo Ravenna, è stato proiettato mercoledì 5 settembre al Lido di Venezia.

Il MicroMacro gFest di GiaveraFestival 2018, nella sua 23° edizione sempre promossa da don Bruno Baratto, si è confrontato con studiosi ed esperti. Le soluzioni all’accoglienza dell’ondata migratoria non sono semplici, ma lo scambio è sempre la risposta vincente nonostante le opinioni siano contrastanti e molti optano per la chiusura

E’ tutto pronto  per la due giorni del MicroMacroGFest, il 7 e 8 luglio in Villa Wassermann a  Giavera del Montello, con ospiti ed eventi culturali e artistici da tutto il mondo. Tra i nomi di rilievo l’antropologo e giornalista Duccio Canestrini, il genetista Guido Barbujani, il giornalista e scrittore Stefano Liberti, la giornalista di “Internazionale” Annalisa Camilli, la scrittrice premio internazionale Writing for Central and eastern Europe Azra Nuhefendic,  il fotoreporter Emanuele Confortin.

Domenica 1° luglio alle ore 11.15, su Canale 5, ultimo appuntamento con “Ciak Junior – Il cinema fatto dai ragazzi”:  da Jesolo va in onda lo special tutto dedicato alla consegna dei premi italiani e internazionali assegnati durante la 29ª edizione del Festival internazionale rivolto ai giovani, ideato da Sergio e Francesco Manfio.

Un progetto editoriale e didattico alla scoperta del patrimonio degli artisti di scuola veneta meno noti al grande pubblico. A curarlo lo studioso trevigiano Paolo Ervas. La presentazione venerdì 29 nella chiesa di San Gregorio a Treviso

“Questa magnifica mostra - sottolineano i curatori - nel raccontare il Secolo d’oro della pittura veneta, diventa anche il racconto di una vitale passione. Quella del collezionista Giuseppe Alessandra per la grande arte”.

Questi i prescelti: Carlo Carabba, con Come un giovane uomo, Marsilio Editori, Oreste Lo Pomo, con Malanni di stagione, Cairo, Mirko Sabatino, con L’estate muore giovane, Nottetempo, Francesco Targhetta, con Le vite potenziali, Mondadori, Matteo Trevisani, con Libro dei fulmini, Atlantide.

Il nuovo libro di Francesca Mineo “Adozione. Una famiglia che nasce”, presentato all'interno della Fiera4passi di Treviso, mette a punto tanti racconti, consigli pratici, riflessioni con al centro i nonni.

Cinquecento anni fa il giovane maestro Tiziano, dipinse per la Basilica dei Frari di Venezia una tela che divenne un “proclama dei francescani”. La ricorrenza è festeggiata con una serie di appuntamenti culturali e religiosi.

Nel 1816 il Parlamento della Carolina del Nord a Raleigh commissionò una statua a figura intera di George Washington da collocare nella sala del Senato. Thomas Jefferson, convinto che nessuno scultore americano fosse all'altezza dell'incarico, propose il nome di Antonio Canova. Il capolavoro andò distrutto, ma nella mostra che si apre oggi negli Usa arriva il modello preparatorio.

Un successo che ha superato tutte le più rosee aspettative quello dell’ultima giornata della XIII edizione di Fiera4passi. Migliaia le persone che hanno seguito i numerosi spettacoli, i laboratori e che hanno avuto la possibilità di degustare le diverse proposte dei numerosi street food.

Al via la tredicesima edizione: il 12, 13 e 19, 20 maggio nel Parco del Sant’Artemio a Treviso, si parlerà di giovani e con i giovani. L’appuntamento vedrà coinvolti più di 180 espositori provenienti da tutta Italia e non solo, e proporrà un ricco programma culturale.

L’edizione 2018 dell’iniziativa promossa dal nostro giornale con il patrocinio del Comune di Treviso, venerdì 4 maggio ha portato nel salone dei Trecento molte persone, alcune anche dal Cadore e dal Comelico, interessate al tema “La popolazione delle Dolomiti tra passato e presente”.Gli altri appuntamenti l'11, 18 e 25 maggio.

Ha sfidato la malattia con coraggio ed energia il maestro del cinema italiano Ermanno Olmi, che ci ha lasciato nella notte tra domenica 6 e lunedì 7 maggio all’età di quasi 87 anni. Il suo ultimo sforzo artistico è stato il documentario “Vedete, io sono uno di voi” del 2017 dedicato alla figura del cardinale Carlo Maria Martini; opera poetica di grande impatto storico-culturale, che ha finito con l’avvicinare nell’ultimo tratto il cammino terreno del cardinale e del regista: entrambi piegati da una sofferenza fisica, ma luminosi nell’accogliere e convivere con la malattia guardando con fiducia all’abbraccio con il Padre.

“Una manifestazione che già nelle precedenti edizioni si è dimostrata capace - sottolinea Damiano Cavallin, Direttore del Festival filosofico - di coinvolgere un vasto pubblico, composto non solo da studiosi e appassionati, ma anche da semplici curiosi che accettano la sfida del pensiero”. Si inizia il 4 maggio con Massimo Cacciari.

Il libro ricostruisce gli ultimi giorni di vita di Giovanni Paolo I e al tempo stesso mette in evidenza la statura spirituale del “Papa dei trentatrè giorni”. “Papa Luciani, cronaca di una morte” sarà presentato a Treviso giovedì 3 maggio alle ore 17 nell’aula Pavan del Seminario diocesano. L’iniziativa è della Vita del popolo, dell’Istituto superiore di Scienze religiose del Veneto Orientale, intitolato proprio a Giovanni Paolo I, e della libreria Paoline di Treviso.

Tappa iniziale a Pieve di Soligo per il Festival Biblico 2018: sarà infatti lo spettacolo teatrale in prima assoluta “Giuseppe Toniolo. La storia è futuro”, in programma sabato 14 aprile alle 21 al Teatro Careni di Pieve di Soligo, con replica domenica 15 aprile alle 17, a rappresentare l’anteprima della manifestazione nella diocesi di Vittorio Veneto.

L’iniziativa vede coinvolti anche Il Museo del Tiramisù, ideato da Paolo Lai del ristorante “Le Beccherie” di Treviso e La Mostra internazionale del Gelato artigianale di Longarone, con i quali si sta sviluppando una serie di attività legate proprio a favore del territorio.

Il lavoro del regista Marco Zuin sarà presentato lunedì 9 aprile alle ore 20.45, nell’auditorium di Villa Zanetti a Villorba. Il film entra nelle vite di Piergiorgio Cattani, studioso e giornalista che da sempre convive con una grave malattia degenerativa, e di Martina Caironi, l’atleta paralimpica con protesi più veloce al mondo.

Ricordo domenica 8 aprile, a 36 anni dalla morte. Per chi l’ha conosciuto egli era un poeta, un sognatore e oggi i suoi sogni e i suoi progetti non si sono realizzati. Nel 2015 papa Francesco ha pubblicato l’enciclica Laudato si’ dove si ristrovano le idee profetiche di don Paolo di 45 anni prima.

L'attore presenterà il meglio della sua produzione comica, uno spettacolo travolgente di energia e di risate. Nella serata sarà illustrato il programma del grande evento interculturale, arrivato alla 23' edizione, e che  è arrivato a coinvolgere  oltre  20 mila persone.

Il primo soggetto scelto tra i tanti arrivati dalla giuria di Ciak Junior - progetto internazionale di cortometraggi scritti e interpretati dai ragazzi per i ragazzi, ideato da Gruppo Alcuni ben 29 anni fa - è caduta su “Seconda generazione zeta”. La storia è stata ideata dagli studenti della II A della scuola media “Lorenzo Da Ponte” - Istituto Comprensivo Vittorio Veneto 1 - coordinati dalla prof.ssa Carnelos.