Cultura e Spettacoli
stampa

A scuola dove la scuola non c’è

Guerre, crisi umanitarie, povertà escludono dall’educazione milioni di minori nel mondo ma, anche in condizioni di difficoltà, studiare deve essere un diritto. Giovedì 6 dicembre, alle ore 10, la Fondazione Zanetti preomuove A scuola dove la scuola non c’è, con il coinvolgimento di due organizzazioni che racconteranno le loro esperienze.

A scuola dove la scuola non c’è

Terza tappa di Passi verso l’Altrove, ciclo di incontri di sensibilizzazione dedicato alla conoscenza dell’Altro e dell’Altrove, l’appuntamento si apre con l’intervento di Fondazione COOPI - Cooperazione Internazionale Onlus che opera in situazioni di guerra ed emergenza, realizzando delle scuole dentro tende e container, formando insegnanti e fornendo materiale didattico, ludico, sportivo e assistenza psicologica. Sarà Marco Loiodice, responsabile Programmi Medio Oriente, a presentare la campagnaAiuta un guerriero: sono “guerrieri” quei bambini che sfidano ogni giorno pericoli, violenza e distruzione per andare a scuola. Dalla Regione del Lago Ciad in Africa, tormentata dagli attacchi di Boko Haram, al Medio Oriente, colpito dalla crisi siriana, dove la guerra ha distrutto tutto, le scuole in emergenza di COOPI rappresentano l'unico luogo sicuro per i minori. In Iraq, in particolare, nell'ultimo anno l’intervento di COOPI ha visto la costruzione di 4 scuole in 32 container, arredati con banchi, lavagne, finestre, sedie, cattedre, bagni, in 4 villaggi. Con la distribuzione di 1200 kit scolastici fino alla scuola superiore, la formazione per educatori locali e la realizzazione di attività ricreative, per facilitare il superamento di traumi e favorire l'integrazione.

Una scuola in mezzo alla foresta è al centro dell’esperienza portata avanti in Papua Nuova Guinea da Sr Caterina Gasparotto, missionaria della Fraternità Cavanis Gesù Buon Pastore Onlus che coordina le attività della Diocesi di Bereina. Insieme ad Angela, Francesca e Davide, tre giovani volontari, Sr Caterina racconterà come, in un contesto sociale complesso e di grande povertà, ha dato vita con intraprendenza e determinazione ad una piccola scuola. In un paese dove la popolazione vive in condizioni molto difficili con un alto tasso di mortalità infantile, La Jesus Good Shepherd Primary School e il Fode Center (Flexible Open Distant Education) sono nati per garantire un’istruzione di qualità a bambini, giovani e adulti, non solo attraverso un programma scolastico, ma perfino con la realizzazione di una tipografia per la stampa dei libri altrimenti non reperibili.
Informazioni: l'incontro, con ingresso gratuito, è dedicato alle scuole secondarie di secondo grado. Per le altre persone interessate a partecipare è consigliata la prenotazione, fino ad esaurimento dei posti. Informazioni: T 0422 312680 - eventi@fondazionezanetti-onus.org.

Fonte: Comunicato stampa
A scuola dove la scuola non c’è
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento