Cultura e Spettacoli
stampa

Canova e Washington: mostra da Possagno a New York e ritorno

Nel 1816 il Parlamento della Carolina del Nord a Raleigh commissionò una statua a figura intera di George Washington da collocare nella sala del Senato. Thomas Jefferson, convinto che nessuno scultore americano fosse all'altezza dell'incarico, propose il nome di Antonio Canova. Il capolavoro andò distrutto, ma nella mostra che si apre oggi negli Usa arriva il modello preparatorio.

Parole chiave: fondazione canova (2), antonio canova (4), george washington (2), possagno (22), new york (8)
Canova e Washington: mostra da Possagno a New York e ritorno

"Canova's George Washington", la mostra organizzata da Xavier F. Salomon, capo curatore della Frick Collection, in collaborazione con Mario Guderzo, direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova, la Venice International Foundation e la Friends of Venice Italy Inc, si inaugura oggi, 22 maggio. Grande soddisfazione e apprezzamento da parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Canova e da parte del Sindaco di Possagno per i progetti espositivi che verranno inaugurati in questi giorni a New York e per alcuni mesi vedranno protagonisti assoluti i capolavori del grande artista neoclassico provenienti dalla Gypsotheca di Possagno.
Dopo la sua permanenza alla Frick, la mostra sarà ospitata dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno a partire dal 10 novembre 2018.
Nel 1816 il Parlamento della Carolina del Nord a Raleigh commissionò una statua a figura intera di George Washington da collocare nella sala del Senato. Thomas Jefferson, convinto che nessuno scultore americano fosse all'altezza dell'incarico, propose il nome di Antonio Canova (1757- 1822), allora uno degli artisti europei più celebrati.

La statua, prima e unica opera eseguita da Canova per gli Stati Uniti, su suggerimento di Jefferson, rappresentava il primo presidente della nazione nelle vesti di un condottiero romano, mentre stila il proprio discorso di commiato. L¹opera venne svelata nel 1821 e il plauso fu tale da richiamare visitatori da ogni dove. Solo un decennio più tardi un tragico incendio divampò nel palazzo del Parlamento riducendo la statua a un ammasso di frammenti.
 
Canova's George Washington ripercorre la storia del capolavoro perduto, probabilmente il monumento pubblico meno conosciuto fra quelli eseguiti da Canova. La mostra riunisce per la prima volta il modello preparatorio in gesso a grandezza naturale (mai uscito prima d'ora dall'Italia), quattro bozzetti preparatori e i relativi disegni e incisioni. Sarà esposto anche il ritratto a olio di Canova dipinto nel 1816 da Thomas Lawrence, anch¹esso prestato dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno ­ paese natale dello scultore assieme al modello e ai bozzetti.

Fonte: Comunicato stampa
Canova e Washington: mostra da Possagno a New York e ritorno
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento