Cultura e Spettacoli
stampa

I ragazzi raccontano il Covid

Si è tenuta venerdì 18 settembre, nel Parco degli Alberi Parlanti di Treviso, gentilmente concesso dal Gruppo Alcuni, la festa di premiazione dei vincitori del concorso “Racconto che ho vissuto... Covid 19", indetto dal settimanale diocesano “La vita del popolo" e dall'Ufficio diocesano per l'insegnamento della religione cattolica. Quasi 200 i giovani scrittori presenti su 332 partecipanti al concorso

I ragazzi raccontano il Covid

Voleva essere una festa e festa è stata. Venerdì 18 settembre, nel tardo pomeriggio, quasi duecento bambini e ragazzi (dei 332 giovani scrittori in erba) che hanno partecipato a “Racconto che ho vissuto... Covid 19”, concorso indetto dalla Vita del popolo e dall’Ufficio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica (Irc), si sono ritrovati al Parco degli Alberi Parlanti, in villa Margherita a Treviso, per conoscere in diretta i nomi dei vincitori. Molti anche gli insegnanti di religione che hanno diffuso il concorso tra i propri alunni e hanno voluto condividere fino in fondo con i loro studenti questa emozione.

Ad attendere i partecipanti, tutte le procedure di sicurezza (misurazione della febbre e sanificazione della mani) per entrare nell’Arena Covidfree, predisposta negli altri giorni dal Gruppo Alcuni per gli spettacoli teatrali e gentilmente concessa in questa occasione agli organizzatori del concorso.

A tutti i presenti è stato consegnato l’attestato di partecipazione (verrà inviato a chi non è potuto intervenire) e uno zainetto con il logo della Vita del popolo e dentro snack e bevande, omaggio degli sponsor.

Con una compostezza e una tranquillità nel seguire le norme che hanno meravigliato tutti gli adulti presenti, i ragazzi si sono accomodati, a distanza di sicurezza, accolti da un breve sketch di benvenuto da parte di Francesco e Sergio Manfio, ideatori di Gruppo Alcuni e padroni di casa. Il benvenuto e i ringraziamenti sono giunti, poi, dagli organizzatori, dal direttore della Vita del popolo, mons. Lucio Bonomo, dal direttore dell’Irc, Roberto Baruzzo, e dalla presidente di giuria Maria Rita Ventura, dirigente scolastica del liceo Canova di Treviso.

Applausi per i vincitori e i finalisti di ogni classe, ma l’applauso più grande è stato indirizzato a tutti questi ragazzi che hanno voluto condividere questa esperienza della pandemia, le loro scoperte e le loro emozioni, belle e brutte.

In un inserto speciale nel numero del 27 settembre della Vita del popolo, sono stati pubblicati i cinque testi vincitori con le foto della premiazione da parte della giuria. Gli stessi testi sono stati letti durante la serata da Francesca Barzi, insegnante e componente della giuria.

Ai vincitori è stato consegnato un Ipad (che sia stato anche questo premio a invogliare alla partecipazione...?) e il volume che raccoglie tutti i racconti e che può essere richiesto da partecipanti e insegnanti (www.editricesanliberale). Il saluto finale è stato un “arrivederci”, magari per un altro concorso che non sia, però, legato a nuove emergenze sanitarie!

I ragazzi raccontano il Covid
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento