Cultura e Spettacoli
stampa

La coppa del mondo di tiramisù scalda i motori

L’iniziativa vede coinvolti anche Il Museo del Tiramisù, ideato da Paolo Lai del ristorante “Le Beccherie” di Treviso e La Mostra internazionale del Gelato artigianale di Longarone, con i quali si sta sviluppando una serie di attività legate proprio a favore del territorio.

Parole chiave: coppa dle mondo (1), tiramisù (11), treviso (1518), cucina (14)
La coppa del mondo di tiramisù scalda i motori

Si scaldano i motori per la Coppa del Mondo di Tiramisù 2018. La macchina organizzativa che svelerà presto i dettagli della competizione 2018 cerca già giovani talenti del territorio che vogliano cimentarsi nell’evento internazionale del prossimo autunno: una opportunità che arriva dal connubio con il Museo del Tiramisù e la Mostra internazionale del Gelato artigianale di Longarone.

Grazie a il Fondo Sociale Europeo e a “Garanzia Giovani” della Regione Veneto, per i giovani laureati (sotto i 29 anni di età e ancora disoccupati) è possibile prendere parte all’organizzazione della Tiramisù World Cup, l’appuntamento che lo scorso anno ha fatto parlare di Treviso e del “suo” dolce ogni angolo del globo, con partecipanti da tutta Europa, dall’Asia e dalle Americhe.

Mentre freme l’attesa per l’apertura delle iscrizioni alla competizione targata 2018 (tutte le novità saranno nel sito tiramisuworldcup.com, ndr.), che avrà in serbo qualche golosa novità, ecco l’occasione per cimentarsi in un grande progetto di valorizzazione del territorio che tocca gli ambiti del turismo, dell’economia e del marketing.

«Già lo scorso anno avevamo ricevuto decine di richieste per entrare a far parte della nostra macchina organizzativa - spiega Francesco Redi di Twissen, ideatore della Coppa del Mondo di Tiramisù - . Per il 2017 eravamo già al completo, ma quest’anno l’evento crescerà e quindi abbiamo pensato di dare la possibilità di entrare nella squadra a chi vuole di cimentarsi anche nei “dietro le quinte” della manifestazione».

L’iniziativa vede coinvolti anche Il Museo del Tiramisù, ideato da Paolo Lai del ristorante “Le Beccherie” di Treviso e La Mostra internazionale del Gelato artigianale di Longarone, con i quali si sta sviluppando una serie di attività legate proprio a favore del territorio.

«Tiramisù è il dessert più consumato in Italia, e tra le parole italiane più conosciute al mondo, la quinta in Europa e addirittura la prima in Giappone - ha spiegato Giorgio Balzan, presidente di Longarone Fiere - . Anche il gelato, o meglio l'italian gelato, è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo quale eccellenza della gastronomia italiana. Ne abbiamo avuto ampia prova a novembre al WTM di Londra e più recentemente all'ITB di Berlino, due tra le più importanti fiere internazionali rivolte agli operatori del settore turistico. Per questo siamo convinti che dalla sinergia messa in campo con questa partnership possano scaturire evoluzioni future dal grande appeal a tutti i livelli, capaci di coinvolgere professionisti e non di tutto il mondo».

Per avere tutte le informazioni, è sufficiente collegarsi alla pagina Facebook della Tiramisù World Cup.

Fonte: Comunicato stampa
La coppa del mondo di tiramisù scalda i motori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento