Cultura e Spettacoli
stampa

La mostra dedicata alle Grazie del Canova prorogata fino al 22 giugno

La decisione presa in seguito al grande successo dell'esposizione promossa al Museo Canova di Possagno. Numerose le richieste giunte nelle scorse settimana da tutta Italia.

Parole chiave: possagno (22), mostra (127), canova (10)
La mostra dedicata alle Grazie del Canova prorogata fino al 22 giugno

Stanno ancora  arrivando in Museo Canova di Possagno le autorizzazioni necessarie ma ormai è certo, dopo la decisione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Canova onlus di Possagno: la mostra "Le Grazie di Canova" sarà prorogata di oltre un mese e chiuderà il 22 giugno 2014. Il presidente della Fondazione on. Giancarlo Galan ha dichiarato di aver assentito alla proroga per le numerosissime richieste pervenute da Associazioni e Gruppi da tutta Italia arrivate in queste ultime settimane. Il Vicepresidente Manera, che si è visto approvare dal Consiglio d'Amministrazione la sua proposta di proroga, ha invitato le scuole a programmare le visite alla mostra anche per tutto il mese di maggio oppure nei pomeriggi feriali quando i gruppi sono meno fitti in museo.
La Mostra "Le Grazie di Canova" che ha da pochi giorni superato i diecimila visitatori, sta andando molto bene, oltre le aspettative della direzione del Museo: l'esposizione - che si articola all'interno delle collezioni permanenti sia della Casa di Canova che della Gipsoteca - presenta un percorso di oltre quaranta opere, dai due modelli in gesso delle Grazie (che servirono all'atelier di Canova per realizzare le due repliche in marmo, quella del duca di Bedford oggi all’Albert and Victoria Museum  di Londra, e quella per la Beauharnais oggi all'Ermitage di Pietroburgo)  ai due splendidi bozzetti in terracotta (prestati dal Museo di Bassano e dal Museo di Lione), dai disegni delle Grazie (prestati dal Correr di Venezia e dalla Biblioteca comunale di Cagli)  ai monocromi (dal Museo di Bassano), dalle terrecotte di Possagno con la allegoria trinaria anticipatrice del soggetto grazioso alle tempere ai rilievi in gesso, dalle medaglie alle incisioni.
I visitatori del  Museo di Possagno, lo testimoniano i blog turistico-culturali (come tripadvisor), hanno la possibilità di vedere nel Museo Canova di  Possagno le opere dell’artista a 360°, dall’iniziale idea abbozzata in disegno alla piccola terracotta, dal rilievo al modello in gesso, dal dipinto al marmo. Una continua elaborazione di soggetti e di concetti sui temi classici della  bellezza e del mito.  Una formidabile carrellata dentro la vita e l’anima di Canova che ha “lavorato come una bestia”, producendo durante la sua intera vita oltre duecento marmi per principi, papi e imperatori. Il modello delle Grazie del duca di Bedford, in particolare, sono state per questa occasione restaurate dopo i gravi danni della Grande Guerra, grazie all’avveniristica tecnica del reverse engineering, riproponendo al visitatore di oggi lo splendido gruppo come era uscito in origine dalle mani esperte di Canova. Un vero miracolo, non solo della tecnica ma  anche dell’eterna, emozionante bellezza di Aglaia, Eufrosine e Talia.

La mostra dedicata alle Grazie del Canova prorogata fino al 22 giugno
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento