Cultura e Spettacoli
stampa

Spettacolo "La guerra dei piccoli"

Nell’ambito di“Musica & Teatro”, venerdì 11 dicembre alle ore 21 al teatro Sant'Anna di Treviso, Anna Manfio e Davide Stefanato presentano “La guerra dei piccoli”: un tema impegnato ma trattato con un linguaggio fresco che si collega al teatro di narrazione.

Spettacolo "La guerra dei piccoli"

Oltre ai danni provocati dal primo conflitto mondiale, verrà preso in esame anche il peso della propaganda, soprattutto nella popolazione degli under 14 che in Italia, all’inizio della guerra, era circa un terzo della popolazione totale. 1915: Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, che strumenti vennero dati ai giovani per capire cosa stava accadendo? E in che modo agì la propaganda, soprattutto su bambini e ragazzi, che erano i più indifesi?

2015: Sono trascorsi 100 anni e bisogna cogliere l’opportunità di guardare indietro verso quella che viene definita “La catastrofe originaria del XX secolo”. Un’occasione per vedere, quando ce ne stiamo al sicuro, in che modo un ragazzo possa “fare la differenza”, difendendo il proprio diritto di opinione e di libertà…

Lo spettacolo si sviluppa in un caleidoscopio di stralci di voci e in esso si mescolano ironia, aneddoti divertenti e racconti struggenti, sarcasmo e verità. Il linguaggio usato da Anna e Davide è quello della narrazione, caratteristico del teatro sociale e d'inchiesta, utilizzando anche videoproiezioni.

LO SPETTACOLO: La narrazione inizia in una classe. Dopo l'appello, inizia la lezione sulla prima guerra mondiale. Ma ai ragazzi importa davvero? A volte l'ago della bilancia pende verso il NO ma forse, cambiando lievemente il punto di vista, anche l'interesse cambia orientamento.

Quello che è successo in Italia e nel mondo cento anni fa è un fenomeno complesso, fatto di tante voci diverse, di testimonianze e di persone. È  fatto di bambini, di adolescenti e di ragazzi che, forse, non sono poi così distanti da quelli di oggi. Le fonti impiegate per costruire lo spettacolo attingono ai capisaldi dei racconti di guerra (tra gli altri Un anno sull'altipiano di  Lussu, Nulla di nuovo sul fronte occidentale di Remarque, Addio alle Armi di Hemingway), ma gli autori hanno preso in considerazione anche saggi specifici sulla condizione del bambino durante gli anni di guerra e sulla periodica per l'infanzia come il Corriere dei piccoli.

Lo spettacolo coniuga le vicende della grande Guerra con una riflessione sulla libertà e sul valore della conoscenza e della curiosità intellettuale. Affronta il dilemma della propaganda mostrando come si sia evoluta, dalla magniloquenza di guerra alla contemporanea spinta a nuovi bisogni indotti dalla pubblicità.

Usando un linguaggio fresco, che evita la retorica edulcorata, lo spettacolo traccia i punti in comune tra i ragazzi della generazione di guerra e i ragazzi dei nostri giorni, mostrando come la guerra non sia né un videogioco di ultima generazione, né una lezione tra  le 10 e le 11 di un qualsiasi martedì mattina. La guerra, la Grande Guerra, non è un fatto di uomini di cento anni fa, ma è, bensì, un aspetto della nostra umanità che non ha in sé nulla di epico e di eroico… Dopo “La guerra dei piccoli” venerdì 18, lunedì 21 e mercoledì 23 dicembre il Sant’Anna ospiterà 3 concerti Gospel che ci accompagneranno verso il Natale.

Biglietto intero 10 Euro – ridotto 7 Euro | per informazioni e prevendite: tel 0422.421142 – email teatro@alcuni.it | www.alcuni.it. La rassegna “Musica & Teatro” è ideata e organizzata da Gli Alcuni in collaborazione con ViolOpera e Veneto Cultura, con il patrocinio di MIBACT, Regione del Veneto, RetEventi e Comune di Treviso.

Fonte: Comunicato stampa
Spettacolo "La guerra dei piccoli"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento