Cultura e Spettacoli
stampa

Vacanze dell'anima dedicate alla bellezza

Da sabato 16 a domenica 24 luglio, sono un trentina gli appuntamenti a ingresso gratuito - fra incontri, spettacoli, concerti, mostre, degustazioni ed esperienze nel paesaggio – che compongono un viaggio culturale in Pedemontana, con nomi d'eccezione.

Parole chiave: vacanze dell'anima (3)
Vacanze dell'anima dedicate alla bellezza

Esperimenti di bellezza per costruire futuro. La bellezza di un volto, di un gesto, delle parole, la bellezza della musica che riempie l’aria in una calda giornata d’estate o di un tramonto da contemplare. Invitandoci a una riflessione condivisa, la settima edizione di "Vacanze dell’anima" parte da qui: dalla bellezza che attraversa e cambia le nostre vite, aggiungendo valore e speranza, dal disvelarsi delle sue molteplici e sorprendenti forme.

Da sabato 16 a domenica 24 luglio, sono un trentina gli appuntamenti a ingresso gratuito - fra incontri, spettacoli, concerti, mostre, degustazioni ed esperienze nel paesaggio – che compongono un viaggio alla scoperta della bellezza, della natura e dei luoghi, delle persone e della produzione artigianale e agricola, esplorando la bellezza come motore di cambiamento, stimolo all’evoluzione personale e allo sviluppo sociale, culturale ed economico.Tra gli ospiti di questa edizione: Philippe Daverio, Umberto Galimberti, Frankie hi-nreg mc e Patrizia Laquidara,  Serena Pellegrino, Tanya Gervasi, Simone Moro, l’Imam Pallavicini.

Il festival è un progetto corale, occasione per ripensare il territorio, attivare la cittadinanza e i visitatori, che vede come capofila Confartigianato AsoloMontebelluna, a cui si affianca una rete diffusa di attori pubblici e privati: istituzioni locali, categorie economiche, associazioni e imprese. Promosso e patrocinato da 13 Comuni e ideato da Loris De Martin, il festival è sostenuto da Treviso Glocal e da Ebav-Ente Bilaterale Artigianato Veneto, insieme a numerose aziende locali. Sinergico al piano strategico delle IPA Terre di Asolo e Monte Grappa e IPA Montello Piave Sile, l’evento è patrocinato dalla Regione Veneto. A stimolare e accompagnare questo percorso, la collaborazione straordinaria di Slow Food Italia, che ha rinnovato il suo patrocinio.

Territorio da scoprire è il titolo delle iniziative collaterali. Sapori dell’anima propone speciali menù a km0 serviti dai ristoratori locali. Due le mostre collegate al tema del festival: al Museo di Montebelluna si svela il rapporto tra Scienza e sport, mentre la mostra al Civico di Asolo valorizza i cereali antichi.Anche quest’anno il percorso del festival incrocia quello della rassegna Gioie Musicali attraverso concerti e spettacoli. Le esperienze nel paesaggio accompagnano ad una riscoperta della bellezza in noi stessi e nell’ambiente, tra passeggiate e laboratori in natura.

Novità per l’edizione 2016: Vacanze dell’anima esplora un nuovo territorio e a settembre si avrà la prima edizione siciliana della rassegna che da anni abita Pedemontana del Grappa, Colli Asolani e Montello. Dal 9 all’11 verrà riproposta in cinque comuni della provincia di Messina, a ridosso dei Nebrodi. Si tratta di un primo gemellaggio tra luoghi solo fisicamente lontani, che desiderano dialogare tra loro, con l’obiettivo di creare nuove sensibilità e nuovi percorsi turistici, sostenendo concretamente territori ancora da scoprire. Per l’edizione veneta di luglio sono stati predisposti pacchetti turistici abbinati al festival, che invitano a godere del programma, della bellezza e dell’accoglienza della Marca Trevigiana. Per l’edizione siciliana di settembre si offriranno occasioni di viaggio per abbinare turismo, riflessioni e bellezza.

 

Programma

Arte, sentimenti, natura, moda, politica, religioni. È un unico filo rosso a unire pensieri e parole, natura e sentimenti, progetti ed esperienze: la bellezza.

 

Sabato 16 luglio tra arte, storia e bellezza siapre l’edizione 2016 del festival, in Biblioteca Comunale a Montebelluna. Alle 18, appuntamento con Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino, il più antico museo dedicato all’arte e alla cultura dell’Egitto antico, per la qualità delle collezioni secondo solo a Il Cairo. Alle 21, in La più bella del mondo, è protagonista la Costituzione italiana: introdurre la bellezza nell’articolo primo e riconoscerne il valore porterebbe a una maggiore consapevolezza e alla maturazione di un popolo che finora ha vissuto la bellezza senza coscienza. Ne discutono Serena Pellegrino, Paolo Maddalena e Mario Bertolissi.

Si chiude con Il bello del rock e la musica dei giovanissimi Mad Fellaz.

Domenica 17 luglio, si sale sul Monte Tomba già nel pomeriggio. Alle 16, Breathwalk, una passeggiata tra i boschi per respirare in natura. Alle 19 la presentazione del progetto Mappe per cercatori di bellezza, una mappatura del paesaggio affidata ai bambini e alle illustrazioni della Fondazione Štĕpán Zavřel di Sarmede. Alle 20, Philippe Daverio racconta della bellezza come una doppia sfida, quella dell’educazione e del sentimento, di un incontro tra creazione, arte ed emozioni, in difesa del sentimento estetico. Chiude Frankie hi-nrg mc, con una selezione di rap/hip-hop ed elettronica nel suo dj set, spaziando tra hit e tesori dell'underground, interpretando live alcuni dei suoi maggiori successi. 

Lunedì 18 tocca alla politica. Fare politica è ancora un bel lavoro? Può essere movimento di bellezza? All’incontro di Crespano, al Collegio Santa Maria Bambina, partecipano Nino Pascale presidente Slow Food Italia, Fabio Granata parlamentare, Angelo Rughetti sottosegretario al Ministero per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione. I ragazzi di Invertiamo la marcia coordineranno la discussione.

Martedì 19 si parla di Città e del nostro modo di viverle, tra benessere individuale e salute del pianeta: l’armonia dello sviluppo si costruisce con piccole scelte quotidiane, tra cura, efficienza e risparmio delle risorse. Di flessibilità, telelavoro, sharing, mobilità urbana si parla a Monfumo (20.30) insieme a Paolo Pileri del Politecnico di Milano, Giovanni Valle, autore di Torino dopo le auto, Severino Dal Bo del progetto ReBorn di Confartigianato, Fiorenzo Bernardi, architetto. In serata il concerto Trio.  

Mercoledì 20 luglio, Movimenti nella quiete, tra terra e cielo è il titolo dello spettacolo proposto ad Asolo, al Convento di Sant’Anna. Ispirato all’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco, propone una riflessione sulla tutela del nostro pianeta, con la voce narrante di Federica Rosellini, musica, danza e immagini, curato da Gas di Asolo in collaborazione con Gioie Musicali.

Giovedì 21 luglio al Museo Canova di Possagno, tempio del bello, la serata si apre alle 20.30 con la musica di Emanuele Segre, tra i migliori chitarristi italiani al mondo.

Bellezza come legge segreta della vita è il tema diUmberto Galimberti, che, intervistato dal compositore Paolo Gasparin, riflette sulla società dell’immagine, dove ogni valore pare acquisibile, e la bellezza non sembra fare eccezione (ore 21.30).

Venerdì 22 luglio, Moda e modelli di femminile è il tema del dialogo, a Castelcucco ore 20.30, con Tanya Gervasi, intervistata dalla giornalista Cinzia Scaffidi, dentro e attraverso uno stereotipo che fa della bellezza delle donne un mito e a volte una schiavitù, mentre, come dichiara la modella, “Ognuno ama a suo modo, così come ognuno è bello a suo modo, con pregi e difetti”. Alle 22, sempre nella Chiesa di Santa Lucia, il concerto La bella e le bestie, con la partecipazione straordinaria di Patrizia Laquidara e Daniele Vianello, Francesco Socal, I Friedrich Micio e gli allievi di Gioie musicali, tra klezmer, tango, blues, r&b e soul.

Sabato 23 luglio, La bellezza di Dio è al centro dell’incontro proposto al Municipio di Maser, alle 20.30, con Amos Luzzatto, Don Bruno Bignami, l’Imam Yahya Pallavicini, moderato da Valentina Lo Surdo, conduttrice Rai Radio3. Un viaggio tra i saperi più antichi per trovare le chiavi di lettura di questa modernità multiculturale.

Pomeriggio dedicato all’olio extravergine d’oliva, inteso come alimento irrinunciabile ma anche come simbolo di unione tra popoli e culture, con un ruolo centrale nel sacro e nei riti devozionali. Con Olea e Slow Food Veneto, un laboratorio del gusto e un incontro con Antonio Cimato, primo ricercatore CNR. In chiusura il concerto Lunaria, di Daniele Vianello.

Un seminario di improvvisazione corporea è in programma a Cavaso, in mattinata (ore 10-13).

Domenica 24 luglio, la relazione uomo-natura è il focus della giornata finale, a Montebelluna.

Si inizia con un’escursione in bicicletta alla scoperta del territorio tra Montello e Colli Asolani, tra le aziende dello Sportsystem (ore 8.30). Nel pomeriggio, visita guidata al Museo di Montebelluna per la mostra Scienza e Sport e l’esposizione delle attrezzature e abbigliamento sportivo, con la possibilità, per adulti e bambini di fare divertenti esperienze sportive.

Alle 20.30 l’intervento di Philippe Pypaert dell’Ufficio Unesco di Venezia sulla sostenibilità come indicatore di bellezza e, infine, il pubblico potrà godere dei racconti di Simone Moro, in dialogo con Alessia Meneghin del CAI. Moro è l’unico alpinista della storia ad avere raggiunto quattro cime di ottomila metri in stagione invernale: il Shisha Pangma, il Makalu, il Gasherbrum II e il Nanga Parbat. Moro chiude il festival con un incontro tra immagini e parole per condividere esperienze e aneddoti di una vita straordinaria fatta di sport, sacrifici, coraggio e, naturalmente, bellezza.

Fonte: Comunicato stampa
Vacanze dell'anima dedicate alla bellezza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento