Castelfranco ricorda l'organista Elsa Bolzonello Zoja

stampa

Domenica 26 marzo 2017, con la messa alle ore 11.15 nel Duomo di S. Maria Assunta e di S. Liberale di Castelfranco Veneto, ha inizio “Frau Musika. Una vita per la musica”, rassegna di concerti in ricordo di Elsa Bolzonello Zoja (1937-2007), a dieci anni dalla scomparsa. Insigne organista castellana, docente al conservatorio B. Marcello di Venezia, ha dedicato gran parte della sua vita allo studio e alla salvaguardia del patrimonio organario storico veneto. Già Ispettrice della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici del Veneto e membro della Commissione per la tutela degli organi storici di Milano, delegata per il Veneto, ha promosso i primi restauri condotti con criteri storico - filologici di strumenti antichi, come, ad esempio, il meraviglioso organo Barbini di Caselle D’Altivole (1964 - 1965). Non meno importante è stato l¹insegnamento, svolto per la maggior parte presso il conservatorio di Venezia, grazie al quale E. Bolzonello Zoja ha contribuito alla formazione di un gran numero di allievi, organisti e musicisti, che tuttora svolgono attività concertistica e didattica. I concerti saranno tenuti su alcuni degli strumenti restaurati, a suo tempo, per interessamento della musicista. Sempre domenica 26 marzo, alle ore 17.00, presso la sala P. Guidolin della Biblioteca Comunale di Castelfranco Veneto, si terrà la conferenza intitolata “Il rinascimento del patrimonio organario veneto e i primi restauri storico filologici”, tenuta da Fabio Sbordone.