Concerto di San Liberale

stampa

Domenica 30 aprile alle ore 17, per celebrare la festa di San Liberale, la Cattedrale di Treviso ospiterà il tradizionale concerto dedicato al Patrono della città e della Diocesi, promosso dal Capitolo della Cattedrale. Organo e coro si alterneranno, con la partecipazione di interpreti d’eccezione: l’ensemble vocale Accademia Musica Nova - Città di Montagnana diretto da Edoardo Gioachin, e l’organista vicentino Enrico Zanovello. Il programma, come consuetudine, presenta brani legati da un lato alla storia musicale della nostra Diocesi, dall’altro all’odierno Tempo liturgico. Pertanto il gruppo vocale eseguirà numerosi pezzi a doppio coro di ispirazione veneziana cinque-seicentesca: un repertorio alla riscoperta del quale si dedicò mons. Giovanni D’Alessi, a lungo Maestro di cappella della Cattedrale nel secolo scorso. Ma la policoralità veneziana, sviluppatasi in seno alla Basilica di S. Marco, influenzò musicisti di ogni parte d’Europa, e per tale ragione nel concerto si ascolteranno anche brani policorali di autori stranieri - come il “Surrexit Christus hodie” del tedesco Samuel Scheidt. Enrico Zanovello, alle tastiere del grande organo Kuhn-Hradetzky, richiamerà la figura di San Liberale - la cui famiglia d’origine apparteneva al rango equestre -  proponendo, del valenciano Juan Cabanilles, una “Battaglia” per organo: tipica composizione pasquale destinata a descrivere, attraverso sonorità guerresche, la vittoria della Vita sulla Morte, sancita dalla crocifissione e risurrezione di Cristo.