Giornate internazionali di studio sul paesaggio a Treviso

stampa
Parole chiave: paesaggio (8), fondazione benetton (12)

Suolo “come” paesaggio è il tema al centro della sedicesima edizionedelle giornate internazionali di studio sul paesaggio, progettate dal Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche, con il coordinamento di Luigi Latini e Simonetta Zanon, che si svolgeranno giovedì 20 e venerdì 21 febbraio 2020 negli spazi Bomben di Treviso.

Il tema sceltostimola una, non tanto piccola, rivoluzione culturale, restituendo importanza, si direbbe “dignità”, al suolo, ovvero alla dimensione fisica, etica ed estetica della superficie terreste, fattore imprescindibile del pianeta Terra.

Il suolo, infatti, in molte analisi, viene troppe volte posto come dato immanente, scontato, come se si trattasse di un fattore ininfluente, o al massimo neutro rispetto all’intervento umano che si insedia al di sopra di esso.

 

PROGRAMMA SINTETICO

 

giovedì 20 febbraio

ore 10–10.30

Marco Tamaro, apertura e saluti.

Luigi Latini e Simonetta Zanon, introduzione alle giornate di studio

 

ore 10.30–13.30

Nature del suolo, introduce e coordina Giuseppe Barbera

Rosario Pavia, Suolo, clima, paesaggio

Giacomo Certini, Suoli terrestri ed extra-terrestri

Cristophe Girot, A proposito di terra, topologia e suolo 

 

ore 15–18.30

Suolo urbano, terre di città, introduce e coordina Joan Nogué

Laura Fregolent, Processi di urbanizzazione e uso del suolo

Anna Lambertini, Suoli urbani. Strati, orizzonti ed esperienze di superficie

François Vadepied e Mathieu Gontier, L’importanza del suolo e degli esseri viventi nell’ambiente urbano

Giorgio Prosdocimi Gianquinto, Un altro suolo. Esperienze di coltivazioni urbane

 

venerdì 21 febbraio

Visioni, esperienze sul campo 

> ore 10–13.30

introduce e coordina Simonetta Zanon

Laura Zampieri, Acque e suolo nel progetto di paesaggio

Fabrizio Cembalo Sambiase e Antonio di Gennaro, Curare i paesaggi della Terra dei fuochi

Paolo Pileri, L’ossessione di difendere il suolo

Antonio Perazzi, Storie di botanica: dal giardino di Derek Jarman a tre progetti

 

ore 15–18

introduce e coordina Luigi Latini

Andrea Caretto e Raffaella Spagna, Suolo come esperienza estetica

Tilman Latz, Sintassi di paesaggio

Juan Manuel Palerm, Navegando por la aridez: suolo arido e terre brulle

 

Partecipano alle giornate:

Andrea Caretto, artista, Torino

Fabrizio Cembalo Sambiase, agronomo e paesaggista, Studio Progetto Verde, Napoli

Giacomo Certini, Università di Firenze, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali

Antonio di Gennaro, agronomo territorialista, Risorsa srl, Napoli

Laura Fregolent, Università Iuav di Venezia, Dipartimento di Culture del Progetto

Christophe Girot, ETH Zürich, Institut für Landschaftsarchitektur

Mathieu Gontier, Wagon Landscaping, Parigi

Anna Lambertini, Università di Firenze, Dipartimento di Architettura

Tilman Latz, Latz + Partner, Kranzberg

Juan Manuel Palerm, Università di Las Palmas de Gran Canaria

Rosario Pavia, Università di Chieti–Pescara

Antonio Perazzi, Studio Antonio Perazzi, Milano

Paolo Pileri, Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani

Giorgio Prosdocimi Gianquinto, Università di Bologna, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari

Raffaella Spagna, artista, Torino

François Vadepied, Wagon Landscaping, Parigi

Laura Zampieri, CZ Studio, Venezia

 

Apertura delle giornate, coordinamento delle sessioni:

Giuseppe Barbera, Università di Palermo, Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali

Luigi Latini, Università Iuav di Venezia, Dipartimento Culture del Progetto

Joan Nogué, Università di Girona, Dipartimento di Geografia

Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton

Simonetta Zanon, Fondazione Benetton, progetti paesaggio 

 

 

Informazioni

Auditorium spazi Bomben, Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 7, Treviso.

La partecipazione alle giornate di studio è libera, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per ragioni organizzative si prega ugualmente di comunicare la propria adesione tramite il form online disponibile nel sito della Fondazione www.fbsr.it.

Per gli architetti e gli agronomi/forestali è stato richiesto ai rispettivi ordini professionali il riconoscimento dei crediti formativi.

È prevista la traduzione simultanea in italiano e in inglese di tutti gli interventi.

Diretta streaming nel sito www.fbsr.it

Per informazioni: paesaggio@fbsr.it