L'Infiorata di Noale dedicata a san Pio X

stampa

E’una tradizione, l’infiorata, particolarmente diffusa nel Centro Italia. Al Nord sono poche le città in cui si può assistere alla creazione di grandi quadri floreali quasi sempre a soggetto religioso. Una di queste è Noale dove da oltre 15 anni, su iniziativa della Pro Loco, in collaborazione con le 7 contrade del Palio e in concomitanza con la solennità del Corpus Domini, si realizza un tappeto di fiori ed essenze naturali di oltre 100 metri quadrati. Accadrà anche quest’anno, sabato 21 giugno, quando un centinaio di persone si ritroverranno all’ombra della torre delle campane armate di secchi, forbici e tanta buona volontà. Il soggetto scelto dal gruppo, coordinato da Enrica Beda, vicepresidente della Pro Loco, vuol essere un omaggio a S. Pio X. Il quadro floreale riassumerà simbolicamente i temi più importanti del suo ministero sacerdotale e del suo pontificato.
“La devozione per san Pio X – spiega il parroco, don Mario Salviato - è molto radicata anche a Noale e proprio per questo ho condiviso la scelta della Pro loco di dedicare l’Infiorata di quest’anno al centenario della sua morte”.
Il quadro floreale potrà essere ammirato fino al tramonto di domenica 22, quando è in programma (ore 19) la solenne processione del Corpus Domini. Terminata la cerimonia, il disegno verrà calpestato e cancellato dai bambini della Prima comunione.