“Premio Luciano Vincenzoni” per giovani soggettisti

stampa

Il “Premio Luciano Vincenzoni” per giovani soggettisti vuole ricordare ed onorare l’opera di sceneggiatore del maestro Luciano Vincenzoni, nato a Treviso il 7 marzo 1926 e scomparso a Roma il 22 settembre 2013. La città di Treviso intende mantenere viva la memoria di un illustre concittadino che con le sue sceneggiature ha segnato la storia del cinema italiano. Il “Premio Luciano Vincenzoni”, istituito dall’Assessorato ai beni culturali ed ambientali e sistema museale di Treviso, si rivolge a giovani soggettisti per offrire una occasione importante per manifestare la loro creatività sia su un soggetto a scelta sia su temi specifici che verranno individuati di volta in volta dagli organizzatori. L’omaggio allo sceneggiatore di alcuni dei più indimenticabili capolavori del cinema italiano, come ad esempio “La grande guerra”, “Il buono, il brutto e il cattivo” e “Signore & signori”, avrà inizio a partire dall’edizione 2015, organizzata in collaborazione e con il sostegno di Treviso Film Commission, l’associazione culturale Cineforum Labirinto e al contributo di CentroMarca Banca.

Il Concorso è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni e ciascun concorrente potrà partecipare con un massimo di due soggetti aventi ciascuno una lunghezza compresa tra le 5 e le 10 pagine. Il termine per l’invio dell’elaborato è fissato per il 31 agosto e l’iscrizione dovrà essere effettuata nelle modalità indicate nel bando, il quale è scaricabile direttamente dal sito del Comune di Treviso o richiedibile alla mail ufficiale del Concorso, concorso@premiovincenzoni.it. 

Per la prima edizione del Premio sono state scelte tre diverse sezioni competitive. Oltre alla principale e di contenuto libero, a cui sarà collegata l’assegnazione del “Premio Vincenzoni”, vi sarà una seconda sezione, denominata “Una storia veneta”, nella quale potranno concorrere soggetti con un’ambientazione nella regione del Veneto. Gli organizzatori hanno inoltre dedicato uno specifico ambito della competizione ai soggetti cinematografici di tipo biografico che raccontino la vita di uno dei protagonisti più importanti della storia sportiva della città di Treviso, il motociclista Omobono Tenni. Al soggetto vincitore di ciascuna sezione competitiva verrà assegnato un premio di 2.000 euro.

La giuria della prima edizione del Premio avrà una composizione variegata e vi prenderanno parte sia esperti del settore della scrittura cinematografica che esponenti del mondo dell’arte, della letteratura e della cultura in generale. La giuria sarà presieduta dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, mentre tra i giurati ci saranno Francesco Massaro, aiuto regista di Pietro Germi in diversi capolavori della commedia all’italiana tra i quali anche il “trevigiano” Signore & Signori, gli sceneggiatori Umberto Contarello, autore della sceneggiatura del film Premio Oscar “La grande bellezza”, ed Enrico Vanzina, celebre protagonista del moderno cinema italiano e figlio di Steno, uno dei registi con i quali Vincenzoni collaborò con maggiore frequenza, l’attore Vitaliano Trevisan, il poeta Francesco Targhetta e Maria Teresa De Gregorio, direttrice del dipartimento cultura della Regione Veneto.

L’evento conclusivo del Premio Vincenzoni 2015 si terrà sabato 7 novembre, a partire dalle ore 10.30, presso il suggestivo Auditorium della Chiesa di Santa Caterina. La cerimonia inizierà con la premiazione dei vincitori delle diverse sezioni del Premio e sarà impreziosita da un incontro sul cinema e sull’arte della scrittura cinematografica a cui parteciperanno i componenti della giuria.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: concorso@premiovincenzoni.it