Mostra a Piombino Dese per i novent'anni di Angelo Fassina

stampa

E’aperta fino al 12 luglio la mostra dedicata all’artista Angelo Fassina “La vita dipinta” presso gli ex magazzini Bonato a Piombino Dese.
In occasione del suo novantesimo compleanno vengono esposte novanta opere dell’artista e novanta opere di amici artisti ed allievi. Angelo Fassina è un grande pittore del Novecento, riconosciuto ed apprezzato sia dalla critica accademica che dagli appassionati d’arte. Le prime opere degne di nota risalgono al 1939-1940, quando il giovane Fassina compie i primi studi sull’importanza della luce: molto emozionante la figura di un’anziana che tiene in mano una candela che ne illumina parte del volto. Formatosi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, è stato insegnante d’arte nelle scuole medie del paese, dove ha edotto generazioni di piombinesi sull’importanza del bello e della creatività, il prof. Fassina non mancava di trasmettere la propria passione ai propri studenti. L’artista ha usato lungo l’arco della sua vita numerose tecniche e forme d’arte, dedicandosi a ritratti, fiori, opere a soggetto religioso, nature morte e paesaggi, in un sincretismo che mostra come il pittore non si sia mai fermato nella ricerca e nella sperimentazione.
A Piombino dedica molti dei suoi quadri, in particolare alla Villa Palladiana. Ha decorato numerosi edifici di culto tra le province di Padova e Treviso, stando a lui caro il tema religioso. (J.C.)