Treviso: mostra multimediale su Leonardo Da Vinci

stampa

Ha preso il via lo scorso 17 aprile, ma proseguirà fino alla fine di maggio, il primo festival dell’Invenzione a Treviso, che prevede numerosi appuntamenti gratuiti alla scoperta del genio di Leonardo Da Vinci, nel cinquecentesimo dalla morte.

Il festival è curato da Massimiliano Finazzer Flory, grande esperto di Leonardo, e sarà un’occasione per approfondire anche il rapporto tra creatività, arte e imprenditoria: “Relazione non solo vincente – ha commentato l’assessore alla Cultura di Treviso Lavinia Colonna Preti –, ma anche virtuosa perché rende protagonista quell’Italia e quel Veneto che hanno avuto nel Rinascimento un modello di sviluppo non solo culturale”.

L’esposizione, inaugurata il 19 aprile, rimarrà visitabile fino al 4 agosto. Si tratta di un percorso multimediale dedicato all’artista e propone un format innovativo che guida il pubblico in un itinerario emotivo dentro alle opere, ai progetti, alle visioni, dell’uomo che più di ogni altro ha saputo farsi interprete delle ambizioni antropocentriche dell’umanesimo, applicando il suo genio in innumerevoli ambiti. Cuore del percorso sensoriale è l’area immersiva: qui si dispiega, a 360 gradi e sul pavimento della sala, un inedito racconto di 35 minuti circa con immagini proiettate continuativamente in loop, integrato dalla diffusione circolare della trascinante colonna sonora originale.

Da Vinci Experience è però anche molto altro. Arricchiscono infatti il percorso della mostra infografiche e installazioni video, l’esposizione di dieci modelli di macchine leonardesche – a grandezza naturale e in scala – riprodotte minuziosamente sulla base dei progetti originali dalle sapienti mani degli artigiani italiani di Ompsi. Infine, la mostra di Treviso presenterà una sezione dedicata a fra’ Giovanni Giocondo, lo studioso coevo di Leonardo che ha lasciato numerose e indelebili tracce della sua opera nel territorio della Marca.