Sagra patronale a San Biagio

stampa
Parole chiave: san biagio (69)

E’ ormai tutto pronto per la grande festa di san Biagio vescovo e martire, che si terrà nella parrocchia di San Biagio di Callalta dal 1° al 10 febbraio. La storia di San Biagio risale al IV secolo: nato in Armenia e vescovo della chiesa locale di Sebaste. Da secoli è venerato come il protettore della gola, per via del suo miracolo maggiormente ricordato, cioè la guarigione di un bambino che stava soffocando dopo aver ingerito una lisca di pesce.
La Comunità di San Biagio di Callalta si prepara ai festeggiamenti con un ricco programma di celebrazioni, riti e la tradizionale sagra nell’oratorio parrocchiale. Il momento più significativo di questi prossimi giorni di festa sarà domenica 3 febbraio, giorno nel quale si celebra la memoria liturgica di San Biagio. Per questa occasione si terranno in chiesa parrocchiale ben 5 messe (alle ore 8.00; 9.30; 11.00;14.30 con la processione; e 18.30). Spiega il parroco, don David Berton: “A ogni celebrazione ci sarà la benedizione delle arance e del pane che i fedeli poi potranno portare sulla tavola di casa, quali segni semplici di alimentazione e benefici per la gola. Inoltre al termine di ogni messa sarà possibile ricevere la benedizione individuale sulla propria gola con le candele incrociate, come vuole la tradizione cristiana orientale. La chiesa parrocchiale di San Biagio sarà aperta per l’intera giornata di domenica 3 febbraio in modo da garantire che ogni fedele possa compiere il proprio atto di affidamento al santo”.
Culmine della festa sarà la celebrazione pomeridiana delle ore 14.30, che terminerà con la processione con la statua del santo lungo le vie del paese. Saranno presenti le autorità cittadine, le forze dell’ordine e la banda musicale di Ponte di Piave, che accompagnerà il tragitto della processione. Al rientro in chiesa sarà possibile, per l’unica occasione all’anno, avvicinarsi e baciare la reliquia di San Biagio, che la parrocchia da secoli custodisce in una teca di argento.
Nei fine settimana (venerdì, sabato e domenica) il ricco stand gastronomico e il pub dei giovani fornirà cibo e bevande per rallegrare la festa per grandi e piccini.
Conclude il parroco: “La comunità di San Biagio si sente sempre più stretta al suo Patrono: con cristiano orgoglio volontari, giovani e adulti, dedicano tempo ed energie perché questo santo sia venerato e conosciuto, a lui si affidano nella preghiera, e nell’impegno concreto rendono testimonianza al valore del dono di se stessi per Dio e per la Chiesa”.

Media