Italia
stampa

In Veneto oggi 33 decessi (5 a Treviso) e oltre 450 contagi. In Italia 610, ma crescono le guarigioni

 Il numero complessivo sale a 784, 149 in provincia di Treviso. Il bilancio della giornata in Veneto è caratterizzato ancora da un alto numero di nuovi contagi (464 nelle 24 ore, 49 nella Marca), dovuti soprattutto ai tamponi fatti con regolarità nelle case di riposo. Calo di pazienti in terapia intensiva.

Parole chiave: coronavirus (936), dati (69), bollettino (52)
In Veneto oggi 33 decessi (5 a Treviso) e oltre 450 contagi. In Italia 610, ma crescono le guarigioni

24 morti negli ospedali, oltre ai 5 della notte (in tutto 5 nel Trevigiano, 3 al Ca' Foncello e 2 a Vittorio Veneto). Altri 4 nelle strutture di comunità (3 a Ormelle e uno a Vedelago). Il numero complessivo sale a 784, 149 in provincia di Treviso. Il bilancio della giornata in Veneto è caratterizzato ancora da un alto numero di nuovi contagi (153 da stamattina, 464 nelle 24 ore, 49 nella Marca), dovuti soprattutto ai tamponi fatti con regolarità nelle case di riposo.

Cala però, anche oggi, il numero dei pazienti ricoverati: in terapia intensiva sono 258 (meno 16 da stamattina), nell'area non critica 1.521 (meno 9 da stamattina). 

I dati a livello nazionale

Sono 610 i nuovi decessi registrati nella giornata di oggi. Il totale delle vittime per l’epidemia di coronavirus sale così a 18.279. Il totale delle persone attualmente malate è salito a 96.877, in aumento di 1.615 rispetto a ieri, ma prosegue ancora il calo dei pazienti ricoverati nelle terapie intensive (3.605, -88) e nei reparti ordinari (28.399, -86). Il dato dei pazienti in isolamento domiciliare sale invece al 68% del totale, un valore cresciuto di 8 punti dall’inizio di aprile. Questi i dati diffusi oggi in conferenza stampa dalla Protezione civile.

“Negli ultimi cinque giorni, ben quattro si sono conclusi con un numero negativo di pazienti ricoverati. Cinque su cinque per quanto riguarda le terapie intensive. Evidentemente, questo documenta che c’è una riduzione della pressione sanitaria, un dato che va visto anche in prospettiva perché, quando si parla di fase 2, ridurre questa pressione sarà utile nell’ottimizzare la gestione dei malati affetti da patolgie diverse da covid 19”. Così Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità.

“Oggi- spiega ancora Lopatelli- pur nel numero ancora importante di decessi registrati ci sono 10 regioni localizzate al centro sud e la provincia autonoma di Bolzano in cui il numero è inferiore alle 10 unità. Un successo importante da attribuire alle performance delle misure di contenimento e alle capacità del Ssn”.

Fonte: Comunicato stampa
Dire
In Veneto oggi 33 decessi (5 a Treviso) e oltre 450 contagi. In Italia 610, ma crescono le guarigioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento