Mondo

Intervista a mons. Visvaldas Kulbokas, nunzio apostolico in Ucraina: “Non siamo soltanto un’ambasciata. Io qui rappresento il Papa presso l’Ucraina, ma anche presso il popolo e presso le Chiese in Ucraina. Ho non soltanto il dovere, ma anche la possibilità di stare vicino alla gente. Quindi il mio posto è qui. Certo, se vedessimo che umanamente è impossibile restare, si porrà la questione ma per il momento se si riesce a stare qui, noi non ci muoviamo”.

Papa Francesco ha riempito l'udienza di oggi, Mercoledì delle Ceneri, di riferimenti alla Giornata odierna di preghiera e di digiuno per la pace in Ucraina. "Portiamo nel cuore questo popolo", ha assicurato ancora una volta, invitando a fare altrettanto. Un "grazie" ai polacchi, che per primi hanno aperto i cuori e le porte delle case agli ucraini. La storia di Marek, lo speaker ucraino con i genitori sotto le bombe vicino a Kiev.

Caritas Tarvisina non raccoglie generi alimentari, coperte, farmaci o qualsiasi altro prodotto da inviare come aiuto umanitario. Come è stato ribadito in altre occasioni simili da Caritas Italiana, non è possibile garantire la consegna di questo tipo di aiuto vista la situazione attuale.

“Le persone a Kharkiv vivono nella paura, nell’ansia e nel panico dall’inizio della guerra. Hanno perso il senso di una risposta adeguata a ciò che sta accadendo. Si nascondono anche quando non c’è pericolo reale”. È la testimonianza di mons. Vasyl Tuchapets, esarca di Kharkiv della Chiesa greco-cattolica ucraina.

Per questo l'associazione imprenditoriale, "come già aveva fatto in passato, mette fin da ora a disposizione per l’accoglienza cinque appartamenti nei propri immobili di Roncade e di Casier per accogliere le famiglie dei profughi ucraini".

“Il Papa si è recato all’ambasciata russa presso la Santa Sede, in Via della Conciliazione. Lo ha confermato ai giornalisti il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, precisando che il Santo Padre “si è trattenuto poco più di mezz’ora”.

Inascoltati gli inviti alla pace. L’appello Caritas per aiuti immediati. È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana con una donazione a Caritas Tarvisina. Nell'articolo tutti i dettagli

Il racconto degli scontri e dei bombardamenti vissuti dalla stazione centrale della metropolitana di Kiev diventata un rifugio anti-aereo. La città è completamente vuota. Non si vede più nessuno per le strade. La stragrande maggioranza si è diretta verso la parte occidentale del Paese, a Leopoli. Ma non c’è scampo da nessuna parte. “Tutta la vita di un Paese sembra andare in fumo”, racconta al Sir il gesuita Andriy Zelinskyy.

“Siamo estremamente preoccupati per le ripercussioni negative sul nostro tessuto economico - afferma poi il presidente di Unioncamere -, ma anche per il clima generale che un conflitto di questo genere può innescare a livello globale proprio nel momento in cui stiamo uscendo dall’emergenza pandemica e con l’economia in ripresa. E questa guerra, purtroppo, rischia di riportarti all’interno di un’altra emergenza. Ribadisco, però, che ora il nostro pensiero va agli imprenditori, agli operatori, ai lavoratori veneti ed italiani presenti in Ucraina a cui va garantita la massima sicurezza”.

“Ora siamo in guerra, si ragiona su altri tavoli rispetto a quelli della diplomazia. C’è la polvere da sparo che aleggia; bisogna che si depositi per vedere poi eventualmente da dove ricominciare. Ma sarà dura”. Così Fulvio Scaglione, per anni corrispondente da Mosca, commenta l’attacco militare che nella notte le forze russe hanno indirizzato su diverse città ucraine.

Voci dal Donbass e da Kiev e il racconto in presa diretta di chi sta vivendo queste concitate ore di attacchi aerei su tutto il Paese. Sono stati presi di mira obiettivi militari. Ma nel Donbass il dispiegamento di mezzi militari è imponente. Le esplosioni, la fuga in macchina, i piani di evacuazione. “Questa non è una guerra contro l’Ucraina, ma una guerra nel cuore dell’Europa” dice il parroco di Lysyčansk (Lugansk).

"In due anni non ho mai visto la pioggia", ci dice don Lorenzo Tasca, missionario fidei donum. A farne le spese il secondo fiume del Sudamerica. Ma soprattutto agricoltori e pescatori, nel Paese e nel nordest dell'Argentina

Il Governo della Tanzania sta per avviare un piano di ricollocazione senza precedenti dei pastori degli altipiani nel silenzio dell’Europa

Parla il Vescovo di Kiev-Zhytomyr: “La Chiesa non abbandona nessuno e lavora per la pace”. Il Paese sta vivendo giorni tesi e incerti, ma la popolazione continua a restare

Nessuno vuole la guerra, eppure mai dalla fine della Seconda guerra mondiale il Continente è apparso così vicino a imbracciare i fucili

E’ quella dell’El Salvador, dove due sacerdoti e due laici il 22 gennaio vengono beatificati, sulla scia di mons. Romero. Tra questi c’è il trevigiano di Mansuè padre Cosma Spessotto, francescano

Il sistema delle caste continua a essere radicato e i “dalit” sono gli ultimi degli ultimi, non sono considerati neppure uomini. Spesso, purtroppo, anche nella Chiesa. Intervista all’avvocato gesuita Yesumarian Lourdunathan, egli stesso dalit, che lotta per i diritti di queste persone

Il 21 dicembre incontro online proposto dalle Caritas del Nordest. Interventi di Daniele Bombardi, coordinatore per l'area balcanica e Laura Stopponi, responsabile dell'ufficio Europa, entrambi di Caritas italiana

Con i migranti in Bosnia si riaprono le ferite della guerra. Parla Diego Saccora, vice presidente dell'associazione "Lungo la rotta balcanica", tra i ricercatori che hanno prodotto un dossier sulla mancata accoglienza dei rifugiati nel Paese

E’ la denuncia di padre Matteo Luison, missionario scalabriniano godigese, che ne coordina l’accoglienza. Una situazione insostenibile, tra l’arrivo continuo di haitiani e honduregni, con moltissime donne e bambini, e le continue deportazioni dagli Usa attraverso il Messico e fino a remoti villaggi

Il vertice Onu di Glasgow si è impegnato a stroncare la deforestazione entro il 2030. Una promessa che fa a pugni con la realtà, a partire dalla situazione drammatica nel polmone verde del mondo...