Mondo

Francesco al Patriarcato ecumenico sottolinea la gioia di trovarsi insieme. Insieme, i successori di Pietro e Andrea sono entrati, insieme hanno recitato il Padre Nostro, per entrambi ha pregato l'assemblea, tutti e due l'hanno benedetta, l'uno in latino e l'altro in greco. E Francesco ha chiesto a Bartolomeo di benedire lui e la Chiesa cattolica.

Durante la visita alla Moschea il Papa ha detto due volte "dobbiamo adorare Dio", aggiungendo anche "non solo dobbiamo lodarlo e glorificarlo, ma dobbiamo adorarlo". Padre Lombardi "un bel momento di dialogo interreligioso".

Papa Francesco nei Palazzi d'Europa resta se stesso, uomo di fede che abita il suo tempo. E porge parole impegnative, laiche quanto esigenti per i cittadini europei come per i loro rappresentanti. A un Continente "invecchiato" dice che "è giunto il momento di abbandonare l'idea di un'Europa impaurita e piegata su se stessa per suscitare e promuovere l'Europa protagonista, portatrice di scienza, di arte, di musica, di valori umani e anche di fede".

Caritas Tarvisina ha aderito alla colletta indetta dalla Conferenza episcopale italiana (Cei) lo scorso 1° dicembre 2013. I 114.232,47 euro raccolti dall’offerta domenicale sono confluiti nel fondo nazionale  ed hanno così contribuito ad aiutare direttamente quasi 170.000 beneficiari.

Il paese dice basta alla violenza. Dopo l'uccisione dei 43 studenti. i Vescovi messicani hanno pubblicato un messaggio urgente: "Non vogliamo più morti. Non vogliamo più scomparsi. Non vogliamo più dolore e neanche più vergogna".

Dal 18 novembre lo stato brasiliano riconoscerà come seconda lingua ufficiale dello Stato questa originale mescolanza di dialetto veneto e portoghese. Un grande riconoscimento per milioni di emigranti.

Vanno oltre le più rosee aspettative i repubblicani che, dopo otto anni, tornano maggioranza nel Senato americano alle elezioni di 'Midterm' degli Stati Uniti. Una vittoria che si aspettava sul filo di lana e che invece è stata schiacciante per i conservatori che ampliano anche il controllo che avevano alla Camera dei Rappresentanti. Per Obama inizia il periodo più complicato della sua presidenza. 

Una rivoluzione germinata spontaneamente nella coscienza popolare, attorno a qualche parrocchia protestante e a mal tollerate associazioni di tutela dei diritti umani. Non solo a Berlino, ma anche a Dresda e a Lipsia. Fu tutto un movimento di popolo.

Le elezioni consegnano alla Rousseff un Paese diviso, praticamente spaccato in due e deluso per la corruzione. Le testimonianze di due vescovi di origine trevigiana, mons. Pasqualotto e Bergamin, della deputata italo-brasiliana Renata Bueno e di Edgar Serrano (Università di Padova).

Raccolto l'invito dei Vescovi di recarsi alle urne: la percentuale dei votanti è stata del 78,9%, quella degli astenuti il 21,1%. Claudio Pighin, missionario del Pime: "La gente semplice e umile è piena di speranza per un futuro migliore".

L’elezione parlamentare non giunge “puntuale”. E' un correttivo necessario ma tardivo per poter ridare equilibrio alla legittimità democratica della politica dell’Ucraina. Dall’altra parte l’attenzione nazionale ed internazionale è concentrata sul conflitto in atto e non sull’intera realtà politica ucraina.

La drammatica situazione sul campo ricostruita grazie a undici organizzazioni cattoliche. L'appello al governo italiano e alla comunità internazionale: impegnarsi maggiormente a costruire centri di trattamento specializzati e a rafforzare la risposta umanitaria. Anche il missionario originario di Badoere lancia l'allarme: "Manca il cibo". La Caritas sostiene gli aiuti.

Dopo le parole molte ferme del Segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, la parola a monsignor David-Maria A. Jaeger Ofm, esperto di rapporti Chiesa-Stato in Terra Santa e nella regione: ''Particolarmente nelle situazioni di minoranza statistica, sarebbe meglio evitare che i cristiani confluissero tutti in una sola forza politica, il che solo ne accrescerebbe la vulnerabilità".

Epidemie come questa sono una inconfutabile dimostrazione che si deve parlare di salute a livello globale, mondiale: “Affrontarle con le comunità e le istituzioni locali - dice il medico trevigiano del Cuamm Putoto -, è un dovere morale e anche un atto di intelligenza perché questi problemi riguardano tutti noi”.

Il dottor Giovanni Putoto responsabile della Programmazione Cuamm, è in queste settimane a a Pujehun (Sierra Leone): “E’ come un’ossessione insopprimibile che non ti abbandona e non ti dà pace. Non la vedi, ma è dappertutto che ti insegue e ti perseguita.

Intervista a padre Antonio Michielan, missionario del Pime, ospite nelle scorse settimane a Monastier. Fino al 2012 il Camerun era considerato un’“oasi di pace” in una sub-regione martoriata da conflitti etnici e socioeconomici. Ma da febbraio 2013 tutto è cambiato.

Edimburgo resta con Londra nel Regno Unito, ma otterrà nuovi poteri e autonomie maggiori da Westminster. Verso uno Stato federale. "Ora è il tempo della riconciliazione": domenica funzione ecumenica "per la guarigione" del Paese.

Padre Maurizio Boa, missionario giuseppino originario di Badoere, in contatto quasi quotidiano con la casa di cura di Monastier, racconta da Freetown la drammatica situazione del paese, che vive nella paura per il virus ebola.

Domani gli scozzesi sono chiamati alle urne per dire sì o no alla nascita di uno Stato indipendente da Londra. Ma occorre ammettere che inglesi e scozzesi hanno ben più in comune di quanto non li separi.

Il giornalismo televisivo non ha ancora imparato la durissima lezione dell’11 settembre. Il pubblico televisivo rimane affascinato dalle sequenze girate, con i telefonini, da ragazzini poco più che analfabeti nei deserti più lontani del mondo. Come i terribili video delle decapitazioni selvagge messe in scena dall’Isis.

Un “prestigioso” riconoscimento è stato conferito dalla Repubblica popolare cinese a padre Francesco Pavin, missionario della sacra famiglia. La motivazione: il doposcuola per bambini cinesi da lui coordinato nel Montebellunese. Il religioso è stato premiato a Pechino e per una settimana ha visitato alcuni luoghi della Cina.

Ciascuno di noi ricorda perfettamente dov’era e cosa stava facendo quel pomeriggio italiano dell’11 settembre del 200. A distanza di 13 anni siamo qui a prendere atto che il mondo è percorso dalle guerre, mentre un Papa di nome Francesco prega e agisce per la pace nella consapevolezza che la Terza guerra mondiale è già in atto, sia pure “a capitoli”.

Ad Anversa il convegno della Comunità di Sant'Egidio. Il Gran Mufti della Repubblica araba di Egitto, Shawki Ibrahim Abdel Karim Allam: ''L'Islam è contro l'estremismo e il terrorismo in maniera assoluta''. Le testimonianze del pakistano cristiano Paul Bhatti e del giornalista Domenico Quirico.

La morte violenta ha colto le tre saveriane a Kamenge. Si indaga per capire come sia maturato questo triplice omicidio. Sofferenza e sconcerto: le sorelle erano ben volute dalla popolazione locale, che sta esprimendo la partecipazione al lutto e la riconoscenza.Due su te erano venete.

Tutto è cominciato con la rivoluzione iraniana nel 1979. L’Iraq è diventato alleato strategico degli Usa. Salvo poi diventarne il nemico. Strane alleanze e interventi militari hanno portato Iraq e Siria alla situazione attuale.

Non solo molti cristiani, ma anche yazidi, curdi, sunniti, sciiti e turcomanni. Possono chiedere il documento quanti, "a partire dal 10 di giugno, hanno dovuto abbandonare le proprie case nel governatorato di Ninive per trovare rifugio nel Kurdistan iracheno". Monsignor Shlemon Warduni: "Servono forze internazionali a protezione delle minoranze colpite". E chiede un sussulto anche al mondo musulmano