Mondo

La tratta di esseri umani è un reato che consiste nel reclutare, offrire, trasferire, procurare, ospitare o accogliere esseri umani con lo scopo di sfruttarli: una moderna forma di schiavitù. Le vittime di tratta nel mondo sono 25 milioni, 1/3 dei quali sono bambini. Le donne sono, principalmente, vittime di sfruttamento sessuale, gli uomini di sfruttamento lavorativo per manodopera a basso costo.

Dopo il "colpo di Stato istituzionale" l'intervista alla costituzionalista e attivista Hafida Chikir

Da decenni ormai il Paese del Corno d’Africa appare fuori controllo, frammentato in clan e in preda al terrorismo islamico di Al-Shabab. Intervista al vescovo di Gibuti e amministratore di Mogadiscio, il padovano Giorgio Bertin

Parla Andreas Archut, portavoce dell’ordine dei Cavalieri di Malta, una delle tante organizzazioni di volontariato che si sono subito mobilitate per tendere una mano alle popolazioni investite dal maltempo. Sta aiutando nell’allestimento a Swisttal-Heimerzheim (Nord-Reno-Westfalia) di un campo per accogliere gli alluvionati. Racconta al Sir: "i numeri delle vittime crescono. La gente ha perso tutto, l'emergenza durerà anni". Ma testimonia anche la gara di solidarietà in atto nel Paese.

Un abitante della Terra su dieci muore di fame. C’è anche il Covid tra i fattori che aggravano la situazione. L’accusa viene da 5 organismi delle Nazioni Unite. Il primo vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari sarà a settembre 2021 (nel quadro dell'Assemblea generale), ma un prevertice si terrà a Roma dal 26 al 28 luglio 2021 alla presenza del segretario generale António Guterres.

E’ lo stato più giovane al mondo, ma c’è poco da festeggiare in un Paese uscito da una guerra per l’indipendenza e precipitato in una sanguinosa guerra civile nel dicembre 2013, due anni dopo la sua indipendenza dal Sudan. La guerra civile è seguita per la lotta di potere tra il presidente Salva Kiir, esponente dell’etnia dinka, e il suo vice Riek Machar, dell’etnia nuer, leader della ribellione.

Per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2021 l’Unhcr, Agenzia Onu per i Rifugiati, lancia la campagna Insieme possiamo fare la differenza per chiedere la piena inclusione dei rifugiati in ogni ambito della società, dal lavoro allo studio allo sport.

La vita a Luwingu è cambiata grazie alla Valponasca Learning Farm delle suore salesiane

Il faccia a faccia di Ginevra si conclude con due conferenza stampa separate, dopo colloqui franchi ma tesi. Né pranzo né cena insieme. I due leader hanno espresso volontà di collaborare, ma sono emerse tutte le distanze già note su geopolitica, cybersicurezza, diritti. Gli "interessi" prevalgono sulla "fiducia"

In diecimila hanno cercato di entrare nel Continente attraverso l'enclave spagnola. Migliaia sono poi dovuti ritornare in territorio marocchino. Tra chi attende anche 1.500 minori. C'è inoltre chi tenta di raggiungere le isole Canarie nell'oceano Atlantico, partendo dal Marocco, ma anche dal Senegal o dal Gambia

L’iniziativa partirà con il lancio di un’azione-simbolo a favore delle popolazioni native dell’Amazzonia del Pará (Brasile). “Un male globale può essere sconfitto solo con un bene comune globale: la vaccinazione contro il Covid-19 sia accessibile a tutti, dando priorità ai più vulnerabili e bisognosi del pianeta.

Condanne pesanti per l'opposizione democratica dopo l'approvazione, nel luglio scorso, della legge sulla Sicurezza nazionale

Da Fontane di Villorba l'esperienza nella cooperazione internazionale dell'associazione Una mano per un sorriso raccontata dalla fondatrice Paola Viola

Nel marzo 2011 iniziava la guerra. Ne parliamo con il vescovo di Aleppo, mons. Antoine Audo

Il racconto del vescovo Giacinto Marcuzzo sulle tensioni crescenti. Se non bastasse il mese scorso si è scongiurato un colpo di stato in Giordania, dove mancano quasi del tutto anche i vaccini anti-Covid, come in Palestina

“Un vero disastro. È stata una notte drammatica. Ma non è ancora finita. Qui si contano 24 morti, tra questi 10 sono bambini, 6 donne e anche una persona disabile. I feriti sono più di 100. In nome di Dio le parti in lotta si fermino”: è la testimonianza del parroco latino di Gaza, padre Gabriel Romanelli.

145 leader religiosi di tutto il mondo, cristiani, musulmani, ebrei e buddisti, hanno unito la loro voce ed hanno inviato una lettera ai capi di Stato e di governo e alle case farmaceutiche per chiedere un accesso globale e universale ai vaccini.

Il presidente, dopo aver vinto per la sesta volta le elezioni, è stato ucciso lo scorso 20 aprile. Circostanze e tempistiche fanno nascere qualche dubbio su come siano andati i fatti

Originaria di Schio, Nadia De Munari viveva in Perù da ben 26 anni ed era responsabile del centro “Mamma mia”, che opera a favore di minori bisognosi. Seguiva sei asili e una scuola elementare nell’ambito dell’attività dell’Operazione Mato Grosso. 

Dopo quasi vent'anni gli Usa e gli alleati lasciano il Paese. Il ritiro dei nostri militari dall’Afghanistan apre per l’Italia nuovi scenari politico-militari in Africa

Presentato oggi la XV edizione del Rapporto di Aiuto alla Chiesa che Soffre sulla libertà religiosa nel mondo (biennio 2018-2020). Il 67% della popolazione mondiale (5,200 miliardi) vive in Paesi in cui si verificano gravi violazioni della libertà religiosa. Si registrano violazioni in 23 dei 54 Paesi africani, in 12 di questi la persecuzione è estrema. Anche il Covid-19 ha avuto un forte impatto.

Serena Pizzato, di Salzano, è rientrata dalla missione a Wolisso, dove ha seguito i bambini con disabilità. Nel Paese è in corso una guerra che ha già provocato almeno 50 mila vittime

Le persone uccise in modo cruento in Myanmar hanno superato le 600, la gran parte giovanissimi che manifestavano pacificamente. Sono migliaia quelle arrestate e torturate da un esercito criminale

Non cessano le violenze nel Paese. Domenica 14 marzo 15 persone sono state massacrate a colpi di machete dai ribelli dell’Adf (Forze democratiche alleate) nel territorio di Beni, Nord Kivu, la regione della Repubblica democratica del Congo dove è stato ucciso il 22 febbraio scorso l’ambasciatore Luca Attanasio. Il padre comboniano Eliseo Tacchella, veronese a lungo in missione nel territorio, racconta la situazione e il suo rapporto con il diplomatico