Mondo
stampa

Manaus: anche Treviso aiuta il "povo de rua"

Parla padre Hudson Ribeira, che segue la popolazione di strada. Nella capitale amazzonica sono almeno 2.000 le persone che vivono "alla giornata" e durante i giorni più bui della pandemia non sono riusciti a soddisfare nemmeno i bisogni primari: "Abbiamo fame e sete", la richiesta arrivata spesso al sacerdote. Anche dalla Diocesi si può fare una donazione a favore del progetto

Manaus: anche Treviso aiuta il "povo de rua"

Calano molto lentamente, a Manaus, i contagi di Covid-19, dopo che la metropoli amazzonica ha “tenuto a battesimo” la variante brasiliana del Covid-19 e ha vissuto un gennaio e una prima parte di febbraio terribili: senza ossigeno, gli ospedali al collasso, duecento inumazioni al giorno. Ora, però, se anche si attenua l’emergenza sanitaria, che si è spostata più a sud, nel resto del Paese, rischia invece di aggravarsi la crisi economica e sociale.

Non a caso è dedicato al “povo de rua”, il popolo di strada della città, uno dei progetti attualmente attivi da parte del Centro missionario diocesano, proprio per sostenere in questo momento difficile la Chiesa “sorella” di Manaus, dove operano, attualmente, due missionari fidei donum. “Ringrazio di cuore la diocesi di Treviso per il sostegno che ci sta dando - dice da Manaus padre Hudson Ribeiro, delegato diocesano per il «povo de rua» -. Attraverso i missionari abbiamo già ricevuto i primi aiuti”.

Mentre non mancano i timori per una possibile terza ondata, padre Hudson continua a organizzare le iniziative per le persone di strada, come già fatto in occasione della prima ondata: “Da un lato, abbiamo cercato di organizzarci subito per le cose fondamentali, e continuiamo a farlo: acqua, pasto, rubinetti in centro città, anche per potersi lavare, in un contesto di temperature molto alte e tanta umidità. Dall’altro, abbiamo sensibilizzato il Governo dello Stato di Amazonas e il Comune di Manaus, per dare delle risposte insieme. In una palestra abbiamo organizzato un centro per la popolazione di strada, arrivando a ospitare durante il lockdown fino a 240 persone. Una risposta importante ma parziale, visto che il «povo de rua», a Manaus, arriva almeno a duemila persone”.

Una parte di questa popolazione è composta da venezuelani, che, in fuga dal loro Paese, giungono a Manaus dopo aver attraversato lo Stato di Roraima. Un dramma nel dramma, come spiega il sacerdote: “Con loro lavoriamo da tre anni. Ma durante la pandemia si sono trovati nell’impossibilità di fare i loro lavori abituali, informali e precari, come la vendita dei gelati. Ho sentito più volte la frase: «Abbiamo sete e fame». Oppure: «Gli altri sono dentro, noi qui fuori». Un pugno sullo stomaco. E tra brasiliani e venezuelani ci sono state tensioni da gestire”.

Durante la seconda ondata, gli sforzi della pastorale di strada si sono raddoppiati: “Siamo stati in emergenza, abbiamo avuto attenzione anche per gli ospedali, poiché il «povo de rua» ha iniziato a stazionare davanti alle strutture sanitarie, sperando di poter mangiare «gli avanzi» che lasciavano le altre persone. Sono state ospitate in centri d’accoglienza 250 persone, abbiamo nuovamente attivato rubinetti in centro, spazi per il bagno e le docce. Anche un ambulatorio medico. Abbiamo anche fatto dei test sulla gente di strada e sui volontari. Sui primi 24 tamponi, 19 erano positivi. Su 14 volontari, 10 avevano il Covid. Io stesso ci sono passato. Nessuna persona di strada, però, è morta. Un fenomeno da studiare”.

E ora il lavoro continua, perché questa è un’emergenza che non finisce: “Quando il Papa ha telefonato a dom Leonardo, il nostro arcivescovo, gli ha chiesto del popolo di strada e ha dato un contributo per i centri d’accoglienza. Cerchiamo di essere voce di chi non ha voce. E ogni aiuto è importante”. Informazioni per i versamenti a favore del progetto: codice Iban IT43Z0306912080100000002506, causale Manaus Povo da Rua, beneficiario Centro missionario diocesano, piazza Duomo, 2 – 31100 Treviso.

Tutti i diritti riservati
Manaus: anche Treviso aiuta il "povo de rua"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento