Mondo
stampa

Nigeria: le studentesse rapite convertite all'Islam. Per Boko Haram saranno liberate in cambio dei prigionieri

I militanti di Boko Haram hanno diffuso un video shock delle studentesse rapite in Nigeria lo scorso 14 aprile, affermando di volerle rilasciare solo "in cambio dei nostri prigionieri". Intanto piloti statunitensi starebbero sorvolando il nord-est della Nigeria alla ricerca delle ragazze

Parole chiave: Nigeria (6), Boko Haram (3)
Nigeria: le studentesse rapite convertite all'Islam. Per Boko Haram saranno liberate in cambio dei prigionieri

"Convertite all'Islam". Sconcerto nel mondo per la nuova provocazione dei Boko Haram, che hanno diffuso un video shock delle studentesse rapite in Nigeria lo scorso 14 aprile, affermando di volerle rilasciare solo "in cambio dei nostri prigionieri". Condizioni rispedite al mittente dal governo di Abuja, che tramite il ministro dell'Interno ha fatto sapere che non tratterà con i fondamentalisti e che non spetta a loro porre condizioni. Le immagini delle ragazze coperte dal velo e riunite in preghiera hanno fatto il giro delle televisioni e del web, suscitando indignazione e rabbia. L'Unione europea ha chiesto "l'immediato rilascio" delle liceali e ha dato il suo sostegno al Consiglio di Sicurezza dell'Onu di valutare "misure appropriate" contro i rapitori. E su twitter, con l'hashtag #BringBackOurGirls, si susseguono gli appelli, dopo quelli di Malala e di Michelle Obama.

Nel video di una ventina di minuti in tutto i fondamentalisti mostrano un centinaio di giovani abbigliate con lunghe tuniche scure, con il solo volto scoperto, sedute per terra e intente a pregare e a recitare il primo capitolo del Corano. Due di loro, con l'espressione rassegnata e gli occhi inespressivi raccontano di essersi convertite dal cristianesimo all'islamismo, mentre una terza dice di essere musulmana e di non essere stata trattata male. Poi, tra un'immagine e l'altra, appare in tenuta militare e con un kalashnikov sulla spalla Abubakar Muhammad Shekau. Il capo di Boko Haram nel suo folle proclama sostiene che le giovani sono state convertite: "Voi vi preoccupate tanto di queste ragazze - premette, apparendo a tratti serio e sorridente - ma sappiate che ora sono libere perché sono diventate musulmane".

Sono aperte tutte le opzioni per garantire la liberazione delle ragazze rapite nella scuola di Chibok: lo hanno detto responsabili dei servizi di sicurezza della Nigeria, dopo un annuncio relativo all’avvio di ricerche delle giovani da parte dell’aviazione statunitense. Le dichiarazioni degli ufficiali appaiono in contrasto con il rifiuto opposto ieri dal ministro degli Interni Abba Moro all’ipotesi di un rilascio di militanti di Boko Haram detenuti chiesta dai sequestratori in un video in cambio della liberazione delle ragazze. Le ricerche statunitensi si starebbero concentrando nel nord-est della Nigeria, al confine con Camerun, Ciad e Niger. In futuro intercettazioni delle comunicazioni telefoniche e satellitari potrebbero essere favorite dall’impiego di droni, aerei senza pilota.

Fonte: Ansa
Nigeria: le studentesse rapite convertite all'Islam. Per Boko Haram saranno liberate in cambio dei prigionieri
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento